Milano, vandali contro la statua di Indro Montanelli: la ricostruzione

Adjust Comment Print

Leggo che qualcuno vorrebbe abbattere o togliere la statua a Indro Montanelli che c'è in un parco di Milano. Bisogna riportare al centro la verità, i fatti come si svolsero e il contesto storico nel quale si verificarono: non ci fu violenza né ci fu alcun atteggiamento razzista da parte di Montanelli che accettò il 'matrimonio' con la giovane Destà su proposta dalla popolazione locale e celebrato pubblicamente secondo i costumi abissini. "C'e' da preoccuparsi seriamente", e' stato il commento del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Giorgia Meloni è indignata per l'oltraggio alla statua di Indro Montanelli. Sul monumento sono stati versati almeno quattro barattoli di vernice rossa, lasciati poi sul posto insieme ad alcuni sacchetti di carta.

Roma, obiettivo Europa League: ecco perché è così importante
Stesse formule per l'Europa League , che si giocherà però in Germania , e per la Champions League donne che si terrà in Spagna . La fase finale della corsa al trofeo più ambito d'Europa andrà in scena ad agosto.

Nel lungo post, i membri di Rsm-Lume ritengono che Montanelli "oltre ad aver portato avanti una strenua campagna di apologia del fascismo, si arruolò volontariamente durante la campagna etiope, una campagna colonialista e schiavista". Chiediamo, ad alta voce e con convinzione, l'abbattimento della statua a suo nome. Un ragazzo, coperto da una giacca rossa con cappuccio scrive le parole 'Razzista, stupratore' alla base del monumento. Nei giorni scorsi l'associazione di Sentinelli ne aveva chiesto la rimozione con una lettera indirizzata al sindaco di Milano Giuseppe Sala, sull'onda delle manifestazioni antirazziste scoppiate in tutto il mondo in seguito all'uccisione di George Floyd a Minneapolis. E poi ha detto: "La statua dedicata a Indro Montanelli imbrattata da analfabeti radical chic con la scusa della lotta al razzismo". La Digos intanto sta passando al setaccio tutti i filmati delle telecamere nelle vicinanze del parco per cercare di individuare gli autori del gesto. È evidente che non siamo noi ad agire in questo modo. E siamo scesi in piazza quando necessario. "Ho rivisto più volte il video di Montanelli che confessa quanto accaduto in Africa e personalmente sono disorientato dalla leggerezza con cui lo fa". Un agguato contro un uomo e contro la libertà che quell'uomo stesso, con grande dignità, ha sempre rappresentato.

Comments