Lockdown, contributo a fondo perduto: domande da oggi. I requisiti richiesti

Adjust Comment Print

A partire dalla giornata di oggi, come previsto dal Dl rilancio, le Pmi danneggiate dall'emergenza Covid-19 saranno in grado di richiedere contributi a fondo perduto.

Il contributo a fondo perduto può essere richiesto da numerosi soggetti titolari di partita Iva che esercitano attività d'impresa o di lavoro autonomo o che sono titolari di reddito agrario.

Al via alle domande del contributo a fondo perduto con procedura semplificata.

Il Direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha reso noto oggi, 13 giugno 2020, durante un'intervista a Skytg24, che i contribuenti riceveranno i contributi a fondo perduto entro 10 giorni dalla presentazione della domanda mediante bonifico bancario sull'IBAN indicato sul modulo di domanda.

Coronavirus, in Abruzzo altri quattro positivi e due decessi
Il numero complessivo dei casi positivi al Covid 19 dall'inizio dell'epidemia, è pertanto lievitato a 3279. Due i decessi: un 72enne di Silvi e una 54enne di Scerni.

A chi spetta il contributo a fondo perduto? .

Sono esclusi dal Bonus 1000 euro a fondo perduto coloro la cui attività risulta cessata nella data di presentazione della domanda, gli intermediari finanziari, i soggetti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, le società di partecipazione, i soggetti che fruiscono del bonus professionisti e del bonus lavoratori dello spettacolo. Il Mef ha annunciato che per velocizzare la procedura non ci saranno controlli iniziali, le istanze presentate saranno liquidate dall'Agenzia delle Entrate e poi successivamente sottoposte al controllo. Per questi soggetti, infatti, date le difficoltà economiche, non è necessaria la verifica del calo di fatturato. A partire da questo pomeriggio le domande si possono inoltrate, direttamente dalle imprese o dai loro consulenti, attraverso il sito dell'agenzia delle entrate. Ma soprattutto l'entità del calo di fatturato e di corrispettivi: nel mese di aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi di quello del mese di aprile 2019 (previste alcune eccezioni). Come confermato anche dalla circolare in commento, nell'ipotesi in cui i soci di una società assumano anche il ruolo di dipendenti della medesima, quest'ultima avrà la facoltà di fruire del contributo a fondo perduto COVID-19.

Il contributo viene commisurato all'ammontare della perdita -ricorda Cia- applicando a tale somma una percentuale che varia dal 20% al 10%, per un importo riconosciuto che va da un minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per le imprese.

Stesso discorso vale per i soggetti con domicilio fiscale o sede operativa situati nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi come sisma, alluvione, crollo strutturale, "i cui stati di emergenza erano in atto alla data del ". In caso di contributo di importo superiore a 150.000 euro, il modello dell'istanza deve essere firmato digitalmente dal soggetto richiedente e inviato esclusivamente tramite Posta elettronica certificata (Pec).

Comments