Pechino, nuovi contagi: stop a eventi culturali e sport

Adjust Comment Print

A Pechino si registrano 27 nuovi contagi da coronavirus, portando a 106 il numero dei casi registrati negli ultimi giorni, tanto da far parlare di una situazione "estremamente grave". L'origine viene fatta risalire sempre al gigantesco mercato agroalimentare di Xinfadi, nel sud della metropoli cinese, nel distretto di Fengtai. Il mercato, che vende anche carne e frutti di mare, è stato chiuso da sabato. Anche le Borse asiatiche temono la seconda ondata ed hanno aperto tutte in negativo.

La città di Pechino ha implementato le più severe restrizioni di viaggio dalla fine di gennaio, quando il virus si è diffuso rapidamente in tutto il Paese.

Intanto altri dieci quartieri sono stati messi in lockdown per un totale di ventuno aree. I residenti dovranno controllare e riferire le proprie temperature su base giornaliera e consegnare il cibo e le necessità quotidiane.

Baoding ha una popolazione di 11 milioni di persone e si trova a poco più di 100 chilometri da Pechino. Si contano 79 infezioni legate al mercato e verranno effettuati test a tutti i dipendenti e lavoratori della zona. Ad essere silurati sono stati anche il segretario della commissione del Partito comunista di Fengtai, Wang Hua, e il direttore del mercato di Xinfadi, Zhang Yuelin.

Dopo quasi due mesi senza contagi da Covid-19, Pechino è ora una città ad "alto rischio" di diffusione della pandemia.

Usa, altro video shock: polizia di Atlanta uccide un afroamericano
E' a quel punto che i poliziotti gli avrebbero sparato, almeno tre colpi, in rapida successione alla schiena. I manifestanti hanno infranto i vetri delle finestre e lanciato fuochi d'artificio all'interno del locale.

Lo scoppio a Pechino sarà l'ultimo test della strategia cinese di contenimento del coronavirus.

Dopo una ripresa netta, torna l'incubo legato al coronavirus in Cina. Vinceremo di nuovo, "ha scritto in a inviare Lunedi".

Come segnale di pronta risposta, questa mattina il regime ha annunciato l'allontanamento di tre funzionari considerati responsabili del nuovo focolaio. "Attualmente l'epidemia si sta diffondendo nella capitale e dobbiamo rimanere vigili", ha corretto il tiro sul punto Xu Hejian, sempre in conferenza stampa. Le principali catene di supermercati di tutta la città hanno successivamente rimosso il salmone dai loro scaffali, secondo quanto riferito dal Beijing Youth Daily.

I nuovi contagi sono attribuiti a persone che lavorano al mercato o a chi ha avuto contatti diretti con esso.

Comments