Corea del Nord, distrutto l’ufficio di collegamento con la Corea del Sud

Adjust Comment Print

Le affermazioni pronunciate direttamente da Kim Yon Jong, oltre a pressare la Corea del Sud, hanno comunque posto in risalto la sua figura: quella che Kim Jong Il, padre nonché caro leader, definiva la sua dolce Yon Jong, sta assurgendo con silenti intelligenza ed abilità a ruoli sempre più rilevanti, specie se si tiene conto della natura statuale, confuciana e misogina della Corea del Nord, poco incline alle aperture paritarie di genere occidentali.

L'esperto: "Per Pyongyang, è propaganda a uso interno" - Un gesto a sostegno della "propaganda interna", non certo per riuscire a ottenere qualcosa dalla comunità internazionale o dalla Corea del Sud: così Leif-Eric Easley, professore di studi internazionali alla Ewha Woman's University di Seul, legge l'azione condotta oggi dalla Corea del Nord, che, dopo averlo minacciato nei giorni scorsi, ha fatto esplodere l'ufficio di collegamento con la Corea del Sud a Kaesong. Questo attentato rischia di rappresentare l'inizio di una escalation di tensioni tra i due paesi, iniziate con la diffusione di volantini propagandistici da parte di dissidenti nordcoareni, rifugiati a Seoul, al confine con il Nord. L'agenzia ha dichiarato che l'area faceva parte di un parco industriale ora chiuso dove si trovava l'ufficio di collegamento. L'esplosione è avvenuta verso le 14:50 ora locale.

Coppa Italia, Napoli-Inter 1-1: Gattuso è in finale
Però, siamo riusciti ugualmente a creare tantissimo. "Si sta integrando e i risultati si vedono", assicura Antonio Conte che al S. Cinque tiri in porta in tutto, compresi i due che nel finale hanno costretto il portiere del Napoli ad altrettante prodezze.

L'ufficio era stato aperto proprio per favorire la trattativa tra Pyongyang e Seul. Contatti rallentati negli ultimi mesi, anche a causa dell'emergenza Coronavirus.

Comments