Covid, un antinfiammatorio da 6 euro riduce la mortalità: lo studio

Adjust Comment Print

Il desametasone è risultato talmente efficace da aver ridotto di un terzo la mortalità nei pazienti intubati e dunque sottoposti a ventilazione polmonare, mentre la riduzione è stata di un quinto (inferiore, ma comunque significativa) per quelli sottoposti a ossigenazione, ad esempio attraverso un casco C-PAP.

L'effetto del desametasone è stato più evidente tra i pazienti critici in terapia ventilatoria.

"Una svolta" Secondo Peter Horby, il principale investigatore dello studio "Recovery", i risultati di questo studio rappresentano "una svolta" nel trattamento dei pazienti con covid-19. "Il desametasone è il primo farmaco che ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza a covid-19", ha affermato il professor Horby.

"Il vantaggio in termini di sopravvivenza è chiaro e grande in quei pazienti che sono abbastanza malati da richiedere un trattamento con ossigeno, quindi il desametasone dovrebbe diventare lo standard di cura in questi pazienti", ha aggiunto.

Dopo le buone notizie che sono arrivate in Italia in merito all'accordo firmato insieme a Germania, Francia e Belgio, per avere entro autunno un vaccino contro il coronavirus (sviluppato tra Oxford e Pomezia), dalla Gran Bretagna arriva anche un'altra informazione molto preziosa, che riguarda un antinfiammatorio steroideo in grado di ridurre sensibilmente la mortalità causata dal Covid-19.

Morta Luce Douady a soli 16 anni, era la promessa dell’arrampicata
La giovane è scivolata accidentalmente lungo un sentiero che conduceva alla zona di arrampicata precipitando per 150 metri. Ora, le autorità francesi hanno dato il via alle indagini per stabilire le cause dell'incidente.

Il secondo direttore del progetto Martin Landray ha dichiarato che i pazienti in condizioni più gravi a causa del Coronavirus possono essere curati in modo immediato con l'utilizzo dello steroide antinfiammatorio desametasone. "Il desametasone è economico, disponibile e può essere utilizzato immediatamente per salvare vite umane in tutto il mondo", ha concluso.

Durante tutto lo studio, conclusosi l'8 giugno, i pazienti hanno ricevuto una dose giornaliera di 6 mg per via orale o per iniezione per 10 giorni. La Gran Bretagna inizierà immediatamente a somministrare desametasone ai pazienti affetti da coronavirus.

I ricercatori hanno stimato che, se il farmaco fosse stato disponibile nel Regno Unito dall'inizio della pandemia di coronavirus, si sarebbero potuti salvare fino a cinquemila pazienti.

Ironica la reazione del Prof.

Comments