Sergio Sylvestre: "Non ho dimenticato l’inno. Ecco cosa è successo"

Adjust Comment Print

Sergio Sylvestre è originario di Los Angeles ma ha trascorso diverso tempo in Italia dal 2012, trasferendosi a Lecce e partecipando ad Amici di Maria De Filippi nel 2016 arrivando alla vittoria con il 61% dei voti (contro Elodie, classificata seconda).

"L'azienda chiarisca ulteriormente le ragioni del gesto finale del cantante che ha concluso l'esibizione - hanno aggiunto i leghisti - alzando il pugno chiuso".

Perché Sergio Sylvestre ha sbagliato l'inno durante la finale di Coppa Italia 2020?

Non so chi abbia scelto Sergio Sylvestre per il canto dell'inno ieri sera. Che oggi rincara la dose: "Caro Sergio Sylvestre, il tuo urlo No Justice no Peace dopo aver oltraggiato con mancanza di professionalità l'Inno di Mameli, è insieme grave e ridicolo".

Finale Champions a Lisbona 23/8, Europa League il 21/8
Il 18 e il 19 sarà il turno delle semifinali , mentre per la finale è stato scelto, appunto, il 23 agosto. La data dei sorteggi per i quarti di finale e le semifinali verrà comunicata a tempo debito.

Genova - L'emozione, si sa, può giocare brutti scherzi. Io però sono nato così.

A spegnere le polemiche ha pensato il cantante stesso che in una delle Stories su Instagram ha chiarito di non aver dimenticato il testo, ma di essersi emozionato in quella che in effetti è stata una situazione del tutto inedita: "Non sono mai stato così emozionato, neppure quando sono stato ad Amici o al Festival di Sanremo. Sei una roccia". In queste ore, sono tanti gli artisti che si sono schierati dalla sua parte, anche perché il trattamento che alcuni utenti gli stanno riservando è fuori da ogni logica. E' stata una cosa incredibile vedere uno stadio così vuoto e sentire quest'eco fortissima, è stato incredibile e mi sono bloccato perchè mi veniva una tristezza molto forte, sono una persona molto sensibile, queste cose qui quando sono sul palco mi commuove tanto, in quel momento mi sono bloccato non perchè mi sono dimenticato le parole ma perchè l'emozione... vedere un palco così vuoto, è un peccato... La vista dello stadio vuoto ha toccato la sua sensibilità e si è bloccato per qualche secondo mentre cantava.

Tuttavia, ci preme sottolineare che un cantante è anche un performer e che l'emozione la deve usare e incanalare in modo positivo per emozionarsi ed emozionare e non toppare così clamorosamente.

Comments