"Trump voleva invadere il Venezuela". Le indiscrezioni del super falco Bolton

Adjust Comment Print

"Invadere il Venezuela sarebbe cool", il super falco John Bolton, diplomatico statunitense ed ex consigliere per la sicurezza del presidente Donald Trump ha rivelato che il presidente manifestò la volontà di invadere il Venezuela.

Le Istituzioni della Repubblica non danno più alcuna garanzia di tutela democratica, e gli abusi commessi arrivando finanche a decretazioni governative palesemente abusive con il pretesto del Covid 19, inducono alla richiesta dell'intervento di Donald Trump, per così porre fine ad un evidente piano eversivo concepito per impoverire, sottomettere e schiacciare il futuro di libertà e benessere dei cittadini italiani.

Sveglia speciale a Maranello: il "Gallo" Leclerc con la SF1000
Attraversa lo stesso cancello che Enzo Ferrari varcò, il 12 marzo 1947, con la prima vettura che portava il suo nome: la 125 S. "Non sono uno che ama svegliarsi all'alba ma questa mattina c'era un ottimo motivo per farlo".

Secondo Trump, Juan Guaidó sembrava "debole" e un "bambino" rispetto al presidente Nicolás Maduro. Aver chiesto segretamente al cinese Xi, durante il vertice di Osaka del giugno scorso, di comprare più soia e più grano dall'America, in modo da sostenere gli agricoltori del Midwest, essenziali per la sua rielezione. Il libro, di cui sono state pubblicate solamente delle anticipazioni, è già in vetta alle classifiche Amazon.

Dopo il polverone sollevato dal libro di John Bolton, Trump è tornato a parlare della situazione Coronavirus negli Stati Uniti. Infatti gli Usa non sembrano ancora uscire dall'emergenza Covid-19, con dati su nuovi contagi e morti che continuano ad essere costanti e non tendono a scendere. I morti per Covid nelle ultime 24 ore sono stati 840. Le vittime totali sono 117.694. Un simbolo dal forte significato, soprattutto se legato al nome che in Europa fa riferimento contro tutto ciò che hanno portato nel continente le politiche dell'estrema destra nel secolo scorso: quel triangolo rosso veniva usato nei campi di concentramento per identificare i prigionieri politici. In seguito all'aggiunta di un pulsantino "verifica i fatti di questo post" su un suo tweet riguardante i brogli elettorali e il voto di corrispondenza, Trump ha firmato un ordine esecutivo che, di fatto, riduce la tutela legale delle piattaforme. Secondo gli esperti, solamente un vaccino potrebbe mettere definitivamente fine all'incubo Covid-19.

Comments