Proteste contro razzismo: brand di cosmetica francese cancella termini dai prodotti

Adjust Comment Print

L'Oréal cancella "bianco" e "sbiancante" dai suoi prodotti: il gruppo ha deciso di ritirare le parole dalla descrizione dei suoi prodotti cosmetici sulle confezioni, sulla scia delle manifestazioni anti-razzismo che si sono svolte in tutto il mondo.

L'Oreal, gigante dei cosmetici, ha deciso di eliminare dalla descrizione sui contenitori dei propri prodotti parole come "sbiancante", nel quadro delle iniziative mondiali contro il razzismo. La decisione è stata presa in concomitanza con le varie iniziative mondiali contro il razzismo. Non è chiaro se ci sarà un ritiro immediato dal commercio dei prodotti.

La Prova Del Cuoco, Antonella Clerici esclusa: interviene Lucio Presta
Antonella Clerici guarda però avanti , al nuovo programma che dovrebbe arrivare a settembre , proprio in sostituzione de La Prova del Cuoco .

La decisione segue di poche ore quella della filiale indiana di Unilever di ribattezzare una crema illuminante per la pelle, 'Fair & Lovely', vendita in India e Bangladesh, preziosi mercati di consumo: altro che 'fair', 'chiaro', la crema - ha tenuto a precisare il gruppo anglo-olandese - celebra "tutte le tonalità della pelle".

Il marchio ha promesso di non ricorrere più alla parola "Fair" in quanto si dichiara "impegnata a celebrare tutti i toni della pelle" e non la bellezza di un solo tipo. Le due multinazionali Unilever Johnson& Johnson provvederanno a far passare il concetto di bellezza unica:"Vogliamo puntare ad un modello più inclusivo ", ha detto Sunny Jain, un dirigente della compagnia. Anche Johnson & Johnson ha confermato che non venderà più il siero sbiancante "Fine Fairness" della Neutrogena.

Comments