Aenne Burda - La donna del miracolo economico: trama

Adjust Comment Print

Grazie a questo progetto al quale si aggrappa con tutte le sue forze la vita di Aenne cambia in modo drastico e repentino: infatti non abbiamo più a che fare con una donna reclusa in casa, ma con un personaggio importante che coltiva i suoi affari, richiesta in tutto il mondo dove il suo lavoro è riconosciuto e incentivato. Ad oggi, ricorda Adnkronos, sono 250 le testate registrate nel mondo e che vantano il marchio della casa editoriale di moda Burda, fra cui Bunte e Focus.

Stasera anche noi avremo la fortuna di vederla, ma prima cerchiamo di scoprire qualche anticipazione sulla miniserie Aenne Burda - La donna del miracolo economico. La miniserie targata Bavaria Media International racconta i retroscena della vita di Aenne. Nel 1987, Burda Moden, è diventata la prima rivista occidentale pubblicata in Unione Sovietica.

Aenne, infatti, sposa l'editore Franz Burda, che si rivelerà essere il motore, nel bene e nel male, del cambiamento della sua vita.

Nata nel 1909 a Offenburg, Anna Magdalene Lemminger è figlia di un macchinista.

Addio al grande artista Luciano Rondinella: recitò a fianco di De Sica
Luciano e Giacomo Rondinella erano figli d'arte, provenivano da due famiglie storiche del teatro e della musica napoletana. Nello stesso anno debuttò al Festival di Sanremo con la canzone "Che freddo", eseguita in abbinamento con Edoardo Vianello.

Aenne deve il suo nome alla celebre canzone Ännchen von Tharau.

Simbolo del rinnovamento e della rinascita al femminile, a lei questa sera verrà dedicata la miniserie col volto prestatole da Katharina Wackernagel, attrice particolarmente famosa e riconosciuta soprattutto in Germania.

Grazie ad Aenne dunque avviene l'espansione dell'azienda di famiglia e poi nel 1949 la donna decide di mettersi in proprio e fonda una sua personale casa editrice.

Quando il marito decide di lasciare l'amante e vuole riportare la moglie sotto il tetto coniugale, Aenne propone un patto di non belligeranza e di quieto vivere. In terra tedesca sono stati interessati i paesi di Offenburg, Baden Baden e Berlino. La storia vera di questa donna è segnata dal grande amore con l'uomo che divenne suo marito e la passione che le ha permesso di realizzare il suo sogno, rendendola una delle icone del Novecento, sebbene non siano in molti a conoscere le sue gesta. Una persona che ha accettato compromessi, ma realizzandosi quale editrice visionaria e capace. Oggi Burda viene pubblicato in 90 paesi, in 16 lingue diverse. Ha insegnato alle donne tedesche, uscite da un drammatico Dopoguerra, come vestire con gusto senza spendere una follia. Vi consigliamo di controllare dopo la messa in onda, cliccando qui.

Comments