Alex Zanardi. Condizioni neurologiche stabili, ma resta in coma

Adjust Comment Print

Dodicesima notte trascorsa senza variazioni del quadro clinico per Alex Zanardi, sottoposto lunedì scorso a un secondo intervento neurochirurgico.

Nell'incidente Zanardi aveva riportato un trauma cranico e un fracasso facciale: si temono anche danni alla vista, ma non sarà possibile verificarli prima che la sedazione dell'atleta paralimpico sia gradualmente diminuita. A 10 giorni dall'incidente e dopo aver già subito un delicatissimo intervento di neurochirurgia, le condizioni di Zanardi restano gravi.

Come detto, ancora una volta, il campione si trova in estrema difficoltà. Il campione bolognese rimane in terapia intensiva all'ospedale di Siena, è sedato, intubato e ventilato meccanicamente. La perizia, oltre alla dinamica e a un esame delle condizioni del manto stradale, dovrà chiarire se, tra le cause dello schianto, ci possa essere quella di un guasto o di un malfunzionamento dell'handbike, un mezzo, quello di Zanardi, di avanzata concezione tecnica.

Alex Zanardi, nuovo intervento al cervello: le condizioni del campione
I medici che hanno in cura Alex Zanardi , rompono il silenzio per comunicare il bollettino medico aggiornato. Il giorno dopo il secondo intervento alla testa, le condizioni di Alex Zanardi restano stazionarie.

Dal bollettino medico emesso dallo staff medico della clinica senese si è evidenziata, in seguito a una tomografia computerizzata eseguita sul paziente, la necessità urgente della seconda operazione durata circa due ore e mezza. Lo si apprende da fonti sanitarie del policlinico universitario di Santa Maria alle Scotte di Siena, dove è ricoverato in prognosi riservata, in terapia intensiva, dal 19 giugno.

La decisione è seguita ad una Tac di controllo: "L'intervento effettuato rappresenta uno step ipotizzato dall'équipe".

Comments