Salvini contestato dal figlio di Selvaggia Lucarelli: identificato dalla polizia

Adjust Comment Print

La scena è avvenuta all'esterno del centro commerciale Portello di Milano, dove il leader della Lega era passato per incontrare cittadini e militanti al gazebo allestito dal partito per il tesseramento.

Milano, il figlio di Selvaggia Lucarelli contesta Salvini: "sei un razzista". È a quel punto che Salvini è stato avvicinato anche da Leon Pappalardo, che ha iniziato a contestare il politico.

Il figlio di Selvaggia Lucarelli ha 15 anni. Il figlio della giornalista ha infatti contestato Salvini avvicinandosi al leader della Lega intento a scattare dei selfie con i suoi sostenitori definendolo razzista e omofobo: "Volevo ringraziarla per il suo governo omofobo e razzista", le parole del giovane a Salvini che ha risposto: "Sì, e anche un po' fascista..." Gli uomini della scorta di Matteo Salvini stavano intervenendo per allontanare il ragazzo ma sono stati immediatamente fermati da Salvini, che non è sembrato minimamente turbato da quelle rimostranze.

Successivamente, vista l'insistenza del ragazzo nel rivolgere epiteti come "razzista" nei confronti di Matteo Salvini, è stato identificato dagli agenti presenti sul posto mentre la madre riprendeva le operazioni.

Jesi, donna uccisa in casa: fermato 25enne. Grave il marito
I fatti sono andati in scena stamane intorno alle 5 e 30, quando lo sconosciuto si è introdotto nell'abitazione al piano terra. La vittima è una 69enne, Fiorella Scarponi .

L'identificazione si è svolta sotto gli occhi della madre e del compagno di lei.

"Mi hanno fermato così, senza alcun tipo di insulto personale, attacco o parolaccia, ho detto la mia opinione, ho detto che molte persone della comunità di colore non lo sopportano per il suo comportamento razzista, mi hanno provato a cacciare e adesso mi ha fermato la polizia. Almeno non mi hanno arrestato, miracolo". "Non c'è libertà di espressione, sono stato fermato prima dalle guardie del corpo e poi dalla polizia, è una cosa ridicola", ha detto poi il giovane ai giornalisti che gli hanno chiesto cosa fosse successo.

"Poi arriva lui che se ne strafotte di tutto, dei lutti ancora giovani e dei rischi che sono ancora e soprattutto lì, in ogni abbraccio imprudente e non necessario". La Lucarelli, presente sul posto, si è poi trovata a breve distanza da Matteo Salvini e lo ha incalzato proprio sull'utilizzo della mascherina, mentre lei continuava a tenerla abbassata sul naso. La giornalista ha sottolineato come suo figlio si sia limitato ad esternare la sua opinione.

"Non è un ragazzo perfetto, mio figlio, ma ha il coraggio delle proprie idee, ha il coraggio di essere ciò che è anche fuori dai social e di somigliare alle parole che scrive. Trovo ridicolo che mi abbiano identificato".

Comments