Allegri: "Per la Juve ho detto no al Real"

Adjust Comment Print

Massimiliano Allegri al Real Madrid: storia di una trattativa reale e concreta, ad un passo dalla conclusione. Laddove vi siano le asi per costruire un nuovo progetto vincente, non importa dove - se ancora in Italia o in Europa - ma è fondamentale decidere con chi intraprenderlo. Così il tecnico livornese si è confessato in una lunga intervista ai microfoni del quotidiano spagnolo "Marca": "In questi mesi mi sono ricaricato godendomi la mia famiglia, la mia città insieme agli amici". "In Spagna si gioca con meno pressioni rispetto all'Italia, c'è più gusto nella ricerca del gioco e del gol". La testa prevale quasi sempre sul cuore. "Solo per quello. Ecco perché penso che continueranno a vincere per molti anni". Quanto al Milan, che domani affronta la capolista a San Siro, Allegri ha detto che la squadra rossonera "ha bisogno di un progetto forte e duraturo".

In Italia la curva epidemica sale ancora
Al momento i dati confermano l'opportunità di mantenere le misure di prevenzione e controllo già adottate dalle Regioni/PPAA. Sono 201 oggi i nuovi contagiati di coronavirus , in aumento rispetto a ieri quando erano stati 187.

Sulla Juventus: "È una squadra costruita per vincere e vincere ancora". Lautaro al Barça? La maglia blaugrana pesa molto e ogni giocatore al mondo deve avere la forza e la personalità per indossarla. Lautaro ha tutte le qualità per avere successo. "Oggi sta andando molto bene all'Inter, ma vedremo se un giorno potrà dimostrarlo al Camp Nou".

Comments