Maltempo, Protezione civile: piogge e temporali in Sicilia -2

Adjust Comment Print

Oggi, venerdì 3 luglio 2020, in serata in tutta la Lombardia sono previsti forti temporali.

L'area di bassa pressione che piloterà l'intensa perturbazione verso l'Italia porterà anche un deciso crollo termico sull'Italia, in particolare al Nord e, a partire da sabato 4 luglio, anche al Centro.

Il mese di luglio si è aperto con una parentesi instabile sulle regioni settentrionali; temporali diffusi grandinate hanno colpito infatti i settori delle Alpi centro-orientali e buona parte delle alte pianure tra Lombardia, Veneto e Friuli. Nelle prime ore della notte ancora instabilità residua sulla Liguria, in particolare a Levante, mentre un'attenuazione dei fenomeni è prevista dalla tarda mattinata. Per ulteriori dettagli, vi ricordiamo che è sempre possibile consultare il bollettino delle criticità e allerte meteo direttamente all'interno del sito della Protezione Civile. Come ben saprete al Nord Italia si sono già verificati violenti temporali, spesso accompagnati da furiose grandinate, vento e nubifragi. Per questo, per oggi e domani, Arpa ha emesso un'allerta gialla. Si prevedono "precipitazioni locali o sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con possibili raffiche di vento nei temporali". Mare mosso. Nessuna allerta meteo presente.

Allegri: "Per la Juve ho detto no al Real"
Lautaro al Barça? La maglia blaugrana pesa molto e ogni giocatore al mondo deve avere la forza e la personalità per indossarla. Massimiliano Allegri al Real Madrid: storia di una trattativa reale e concreta, ad un passo dalla conclusione.

Un'area depressionaria di origine atlantica sta raggiungendo le nostre regioni settentrionali, apportando un graduale peggioramento, con temporali più significativi nella giornata di venerdì.

All'inzio giornata condizioni di bel tempo con cielo sereno o poco nuvoloso, nel pomeriggio attesi temporali su Umbria, Marche, Abruzzo e rilievi laziali e toscani, anche di forte intensità.

Mari: molto mossi i bacini meridionali; localmente molto mossi il Mare di Sardegna, il Tirreno centrale e l'Adriatico centrale, con moto ondoso in generale calo.

Comments