Coronavirus, verso la proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre

Adjust Comment Print

D'altronde, in molti hanno notato come in sede di conversione degli ultimi decreti siano stati tolti tutti i riferimenti temporali per citare la formula fino alla fine dello stato d'emergenza.

Giuseppe Conte, parlando ai giornalisti a margine della cerimonia generale del Mose. Lo stato di emergenza non significa che non teniamo sotto controllo la situazione, ma semplicemente che dobbiamo continuare ad adottare le misure necessarie. Lo stato di emergenza era stato dichiarato dal governo una prima volta il 31 gennaio scorso.

Non è una scelta facile, com'è immaginabile. Di conseguenza Palazzo Chigi potrà fare ricorso ancora ai Dpcm senza passare dal voto alle camere per i provvedimenti urgenti.

Maltempo, Protezione civile: piogge e temporali in Sicilia -2
Oggi, venerdì 3 luglio 2020, in serata in tutta la Lombardia sono previsti forti temporali . Per questo, per oggi e domani, Arpa ha emesso un'allerta gialla .

Come riporta notizie.it, la decisione governativa di prolungare lo stato di emergenza in Italia a causa del Coronavirus arriva per volontà soprattutto del Comitato Tecnico Scientifico e del Ministero della Salute in vista di una presunta seconda ondata che potrebbe arrivare nel cuore della stagione autunnale.

Intanto il ruolo della Protezione civile sarà sempre centrale, in particolare quando riapriranno le scuole. "Per noi - ha concluso il premier - la legalità è fondamentale, anche adesso che stiamo mandando in Gazzetta ufficiale il Decreto semplificazioni". Se non ci fosse la proroga non avremmo i mezzi e gli strumenti per monitorare e intervenire e circoscrivere la chiusura di attività in territori predeterminati. L'idea dunque è quella di prorogarlo almeno fino al 31 dicembre.

D'altra parte si dice favorevole Forza Italia. Più fredda, invece, Italia Viva. "Una necessità condivisibile - scrive su Twitter la deputata Deborah Bergamini - Ciò che non permetteremo è che a questa proroga corrisponda un'ulteriore esclusione del Parlamento dalle decisioni vitali per il Paese".

Comments