Papa: "Addolorato per Santa Sofia che diventa moschea a Istambul"

Adjust Comment Print

"Penso Santa Sofia e sono molto addolorato".

La 10. sezione del massimo tribunale amministrativo di Ankara deve esprimersi sul ricorso presentato da un'associazione islamista locale, che chiede l'annullamento del decreto del 27 novembre 1934 di Mustafa Kemal Ataturk che trasformava il monumento simbolo di Istanbul in un museo, dopo essere stato basilica cristiana per quasi un millennio e poi luogo di culto islamico dalla conquista ottomana di Costantinopoli nel 1453. Prima del commento di Papa Francesco rilasciato poco fa, tantissime figure appartenenti al mondo cristiano avevano espresso la loro opinione sulla decisione presa. Anche in Russia, la Chiesa ortodossa si è espressa con poche parole: "Grande pena e dolore per quanto deciso".

Come ė noto a tutti, la politica neo-ottomana di Erdogan ė stata concepita dall' ex compagno di cordata Davutoglu, suo consigliere, ministro degli Esteri e Primo ministro, poi debitamente scaricato perché non si adattava al classico "L'Etat c'est moi". Possiamo farlo come una strada, dove subito vengono gli uccelli e mangiano i semi. "Assillati da tante chiacchiere, da tante ideologie, dalle continue possibilità di distrarsi dentro e fuori casa, si può perdere il gusto del silenzio, del raccoglimento, del dialogo con il Signore, tanto da rischiare di perdere la fede".

Santa Sofia diventerà una moschea? Oggi si decide
Santa Sofia diventerà una moschea? Oggi si decide

Durante l'Angelus il Pontefice ha rivolto un pensiero anche ai "lavoratori del mare" e specialmente a coloro che "sono lontani dai loro cari e dal loro Paese" e ai sacerdoti che sono stati vicini ai loro fedeli durante l'emergenza coronavirus.

Infine, c'è un "terreno buono" dove "il seme attecchisce e porta frutto". Se vogliamo, con la grazia di Dio possiamo diventare terreno buono, dissodato e coltivato con cura, per far maturare il seme della Parola.

Anche il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, in occasione della ricorrenza, ha inviato un messaggio a cappellani, volontari e sostenitori dell'Apostolato del Mare per esprimere gratitudine, ricordando il difficile lavoro svolto dai marittimi di tutto il mondo, reso ancora più pericoloso dalla emergenza sanitaria dovuta al Covid-19.

Piano Ue, Conte: resistenze alcuni paesi si vincono col dialogo
Lo ha detto, il premier Giuseppe Conte , in occasione dell'incontro con il premier spagnolo Pedro Sánchez a Madrid. Noi dobbiamo avanzare perché condividiamo la prospettiva politica e perché la proposta sia ambiziosa.

Comments