CITY, Ricorso contro l'Uefa: il Tas decide lunedì

Adjust Comment Print

La squalifica era stata decisa sulla base di alcune informazioni pervenute alla Uefa in base alle quali si era arrivati alla conclusione, evidente poi smontata dal Tas, che i soldi degli sponsor arrivassero da soggetti riconducibili alla proprietà stessa.

Arrivano buone notizie per il Manchester City. Il Manchester City potrà continuare a giocare nelle coppe europee. Poi, come detto, l'appello e la decisione odierna del Tas. Anche la multa economica, inizialmente fissata a 30 milioni di dollari, è stata ridotta a 10 milioni.

Addio a Mario, il barista cantanto da Ligabue
Oggi Mario non c'è più ma siamo certi che nel cuore di Luciano Ligabue e dei suoi fan avrà sempre un posto molto speciale. Oggi alle 15 sarà celebrato il funerale nella chiesa del paese.

Il TAS ha annunciato da poco di aver accolto le richieste del club inglese, riammesso nelle competizioni europee per "mancanza di prove chiare sulle violazioni", rendendo non giusto l'esclusione dalle coppe.

Il Manchester City ha vinto la partita più importante dell'anno in tribunale: il Cas (Corte Arbitrale per lo Sport) di Losanna ha infatti accolto il ricorso del club inglese contro la squalifica di due anni emessa dall'Uefa il 14 febbraio scorso per le presunte violazioni delle regole del Fair Play Finanziario tra il 2012 e il 2016. Il Manchester City è accusato di avere violato le norme del fair-play finanziario.

Comments