Rebic: "Higuain e Bernardeschi non mi piacciono. Sono sempre a terra"

Adjust Comment Print

Prima però l'inizio al Milan non era stato dei migliori, tanto che a gennaio si paventava per Rebic un ritorno anticipato all'Eintracht: "Con Giampaolo non ho mai parlato - rivela l'attaccante croato -".

Nel corso di una lunga intervista a Sportweek, Ante Rebic ha parlato anche di Ralf Rangnick, manager che scopriamo dalle sue parole essere un suo grande estimatore, fin dai tempi in cui vestiva la maglia viola. "Quando questa è arrivata, l'ho presa".

Sanremo 2021 slitta dal 2 al 6 marzo, torna la coppia Amadeus-Fiorello
Cambiano inoltre le date dell'appuntamento musicale. Abbiamo differito la kermesse al 2-6 marzo. Per Sanremo , non può esserci un piano B .

In quel Milan-Juventus, sul punteggio di 2-0 per i bianconeri, Rebic ha discusso con Szczesny che a un certo punto lo provoca: "Perdi 2-0, non fare il fenomeno". Normalmente avrei replicato, perché un'altra cosa che non mi piace è quando mi sottovalutano. Il cambio di rotta è arrivato con Pioli, ma anche con il tempo: "La squadra ha fatto fatica. Io conosco meglio i miei compagni e loro conoscono meglio me". Ha poi aggiunto: "Anche Ibrahimovic prende botte in tutte le gare, ma si rialza sempre subito e senza lamentarsi". All'Eintracht abbiamo fatto bene perché io andavo in profondità, Jovic faceva gol e Haller vinceva tutti i duelli aerei. "Lo stesso per Bernardeschi", questo quanto dichiarato dall'attaccante nei confronti del Pipita. "Questa è la mia forza che ho nella testa, chi mi attacca mi carica". Viene apposta a Firenze: "Benvenuto alla Red Bull. Scegli: vuoi giocare nel Salisburgo o nel Lipsia?". Ha avuto troppi infortuni e poi non so cosa gli sia scattato nella testa.

Comments