Serie A, la classifica dopo Milan-Parma: agganciato il Napoli

Adjust Comment Print

Il Milan batte il Parma, torna a vincere dopo il pareggio di Napoli e aggancia i partenopei in classifica dopo una buona prestazione di squadra. Ci hanno pensato altri. Anche il ritmo martellante richiama il gioco visto contro Lazio e Juventus.

Milan-Parma, Pioli: "Leao un talento, tutto sull'obiettivo Europa".

I rossoneri continuano a fare la partita, ma il fraseggio degli uomini di Pioli si infrange contro il muro difensivo eretto dagli ospiti: la più chiara palla-goal capita sulla testa di Romagnoli, che schiaccia a terra ma trova solo la traversa. Rispetto all'inizio c'è anche un calciatore come Ibrahimovic che penso abbia portato molto a livello tecnico, tattico e mentale per tutta la squadra.

L'ivoriano è uno dei più positivi della squadra di Pioli: "Ho avuto bisogno di tempo per capire cosa volesse da me". Al 44′ arriva il sorprendente vantaggio degli emiliani. "In questo momento sono in una condizione psico-fisica ottimale".

F1: Ungheria; libere 2 bagnate, Vettel il più veloce
In ritardo le Red Bull: Verstappen 8° davanti a Norris (McLaren), Ocon (Renault), Sainz (McLaren) e al compagno di squadra Albon. Impressiona soprattutto il fatto che le due prestazioni siano state ottenute rispettivamente con gomme dure e medie.

Al 35′ si fanno vedere i crociati, traversone dalla destra di Kulusevski per Bruno Alves che di testa manda sul fondo. Un aspetto che il Milan non dovrà sottovalutare nella preparazione di questa partita. L'ultima opportunità della gara è ancora di marca rossonera: invenzione di Ibra per Rebic ma il croato trova un attento Sepe sulla sua strada.

Nel Milan è Kessié il migliore: attacca, difende e riporta in carreggiata i suoi dopo lo svantaggio. Il bilancio che si può fin qui fare, partendo dalla ripresa del campionato, è per loro più che negativo: nelle 7 partite post covid-19, sono arrivate 4 sconfitte, 2 pareggi e 1 vittoria. Deludente Calhanoglu a Napoli, potrebbe riposare in favore di Bonaventura.

"Non sarà una partita semplice ma in Serie A di partite semplici non ce ne sono". Al Parma, però, basta la velocità di Gervinho per rendersi pericoloso.

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Conti (46' Calabria), Kjaer, Romagnoli, Hernandez (80' Laxalt); Kessié, Biglia (56' Bennacer); Leão (61' Rebic), Bonaventura, Calhanoglu (81' Krunic); Ibrahimovic. All.

Comments