Formula 1, Hamilton cannibale, la Ferrari delude ancora

Adjust Comment Print

Il campione britannico ha preceduto sul traguardo la Red Bull di Max Verstappen, autore di un'ottima gara, nonostante il brivido iniziale quando prima del via ha urtato le barriere.

CONTE, Inter ultimamente troppo bistrattata
In mezzo al campo lo stesso con diversi infortuni ripetuti. "Penso che ci siano cose positive". E' una buona squadra con una buona rosa.

Lewis Hamilton non ha avuto nessuna difficoltà nel mettere le mani sul GP d'Ungheria per l'ottava volta in carriera, eguagliando il record di 8 vittorie su uno stesso circuito di Michael Schumacher e bissando così il successo di una settimana fa nel GP della Stiria. Terzo posto per l'altra Mercedes di Valterri Bottas. E non succedeva dal 2008. Giornata negativa per le Ferrari (entrambe doppiate dal leader della corsa) con Sebastian Vettel che ha chiuso in sesta posizione alle spalle della Racing Point di Lance Stroll e alla Red Bull di Alexander Albon. Il finlandese, scattato dalla prima fila accanto a Hamilton ha cannato la partenza, ritrovandosi nel gruppone dopo la prima curva. Quello che negli intenti doveva provare a essere un punto di svolta o almeno di ripartenza di questa stagione, per la Ferrari è stata un'altra doccia gelata, che ha lasciato ancora tanti - forse troppi - punti interrogativi.

Comments