Pioli avrà meno di Rangnick!

Adjust Comment Print

Avanti con Pioli, che ha ottenuto uno stipendio da circa 2 milioni di euro netti annui più bonus e anche voce in capitolo nelle scelte del prossimo calciomercato. Un percorso lungo, travagliato, ma che in questa strana e pazza seconda parte di stagione ha trovato il suo compimento, fino alla meritatissima conferma sulla panchina dei rossoneri. Abbandonata la pista dell'allenatore-manager demiurgo calcistico del gruppo Red Bull, il club conferma la fiducia al tecnico di Parma, arrivato come traghettatore, da ieri legato al Milan da un contratto fino al 2022.

L'Europa ha detto sì al Recovery Fund. Trovato l'accordo all'alba
Per l'Italia si tratta di un'intesa migliorativa rispetto a quella prevista in entrata al consiglio nella proposta Von Der Leyen . All'Italia va la somma più cospicua degli aiuti europei , piazzandosi così davanti alla Spagna , che acquista così 209 miliardi .

Già durante la partita col Sassuolo dalla Germania erano rimbalzate insistenti le voci sulla clamorosa rottura tra Rangnick e il Milan. Con il suo stile poco appariscente, ma incisivo. "Per questo motivo e tenendo conto del buon andamento e dei risultati con il coach Pioli, è stato deciso congiuntamente che Ralf Rangnick non assumerà un ruolo all'AC Milan". "Sono molto felice per questo accordo - ha dichiarato Ivan Gazidis - Stefano ha dimostrato di essere in grado di offrire quella visione del calcio che pensiamo e vogliamo per il nostro club, un calcio entusiasmante, moderno e appassionato". Sono diversi anni che il club rossonero è alle prese con rivoluzioni sotto diversi punti di vista, un leitmotiv che continua dopo la fine dell'era Allegri, l'allenatore più longevo delle ultime stagioni. Voglio ringraziare tutti, compresi i nostri fan, che ci mancano molto allo stadio, ma con cui siamo sempre vicini e solidali. Come ho detto molte volte, il nostro futuro e' oggi. Ci speravo davvero e lo volevo fortemente, quando l'ho saputo sono stato molto contento.

Comments