Addio a Peter Green, co-fondatore dei Fleetwood Mac

Adjust Comment Print

Il mondo della musica in lutto per la morte di Peter Green, co-fondatore dei Fleetwood Mac.

Pioli dopo Milan-Atalanta: "Mi piacerebbe lavorare ancora con Ibra"
Abbiamo fiducia nelle nostre qualità: avevamo rispetto dell'avversario, ma sapevamo di potercela giocare fino alla fine". Finiamo questo campionato e riposiamoci un po', poi ripartiamo per fare ancora grandi cose nella prossima stagione".

Green, nato a Londra nel 1946, era considerato uno dei migliori chitarristi blues degli anni Sessanta. Il chitarrista londinese aveva creato i Fleetwood Mac nel 1967 con il batterista Mick Fleetwood e aveva lasciato la band nel 1970. Sua la firma di alcune hit di quel periodo come la strumentale Albatross, Black Magic Woman del 1968 (diventato poi un classico nel repertorio di Santana) e i fortunati singoli del 1969 Oh Well e Man of the World. Per questo si staccò dal gruppo, continuando a collaborare solo saltuariamente. Anche dopo anni in una intervista del 2017 Mick Fleetwood disse che a Green spettava il merito principale per il successo della band. Sempre perseguitato dalla schizofrenia e dopo aver minacciato di saltare dalla finestra dell'ufficio del suo manager nel 1977 fu costretto ad un ricovero in un ospedale psichiatrico.

Comments