Scuola: Azzolina, concorsi si faranno fra settembre e ottobre

Adjust Comment Print

"Ci sono tantissimi dirigenti scolastici che stanno facendo un lavoro eccezionale".

Il ministero dell'Istruzione Azzolina fa il punto sulla scuola in attesa della riapertura di settembre. Abbiamo tavoli regionali nei quali stiamo lavorando. Il discorso però è non creare assembramenti, ci sono scuole da migliaia di studenti, dovrebbero stare a distanza l'uno dall'altro e si creerebbero ingressi scaglionati che durerebbero ore.

Incidente stradale, muore giovane perugina in vacanza a Mykonos
E' morta a causa di un gravissimo incidente stradale che è avvenuto nell'isola di Mykonos . Carlotta era in compagnia di alcune amiche.

"Per rispettare il distanziamento degli studenti stiamo cercando nuovi spazi: stiamo firmando con il ministro Dario Franceschini un protocollo che permetta alla scuola di utilizzare spazi negli archivi, nelle biblioteche, nei musei, nei cinema, nei teatri, nei luoghi di cultura". "Sono arredi che resteranno e che permetteranno un giorno di avere anche la possibilità di lavorare in gruppo per gli studenti e di avere forme di innovazione della didattica". "Adesso riporteremo tutti a scuola compresi quelli che dovranno fare recuperi o potenziamenti". I banchi singoli con le ruote "sono più innovativi" dice la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina durante una intervista tv. Poi un monito alle opposizioni: "meno propaganda c'è e più faremo contente le famiglie". A rassicurare genitori ed alunni sul futuro della scuola ci ha pensato l'attuale ministro dell'istruzione Lucia Azzolina.

Non sarà obbligatorio misurare la temperatura all'ingresso delle scuole alla ripartenza a settembre. Per infanzia e primaria i contratti a tempo determinato, perché di questo stiamo parlando, andranno prima a chi è abilitato, e dopo, in subordine, a chi si sta laureando in Scienze della formazione primaria. "Credo che il sindacato abbia un ruolo fondamentale nel Paese", ha aggiunto Azzolina rispondendo a una domanda sulle critiche dei sindacati. Se un bambino è già malato e ha la febbre non abbiamo bisogno di mandarlo sull'autobus.

Comments