Carlotta Martellini muore in un tragico incidente a Mykonos

Adjust Comment Print

Le amiche che erano con lei sono ancora sotto choc: incredibile pensare che dopo una settimana trascorsa in totale spensieratezza, poco prima del rientro, potesse accadere l'irreparabile.

Ci sono dei video postati su Instragram durante la vacanza che raccontano i vari momenti vissuti dalle ragazze. L'impatto per lei è stato senza scampo, come riferiscono diversi siti locali, è stata sbalzata via dall'abitacolo. Secondo le prime informazioni che arrivano dalla Grecia, Carlotta e le altre ragazze con cui era in vacanza, sembra che stessero facendo un giro insieme dell'Isola su una vettura presa a noleggio sul posto quando, all'improvviso, è avvenuto lo schianto.

Elementi che la polizia greca sta cercando di chiarire, ascoltando le due ragazze che erano alla guida.

"Censurato ma io me frego", Achille Lauro pubblica poster di '1990'
Per tutti i pischelli che non gliel'hanno fatta - Roberto, Matteo - essere qui o essere in cielo è uguale", conclude. Dormivamo su un cazzo di materasso per terra , via Monte Cervialto precisamente. "Eravamo veramente pazzi.

Il sindaco Andrea Romizi, a nome dell'intera Amministrazione comunale e della città tutta, esprime vivo e sentito cordoglio per la tragica scomparsa della giovane perugina Carlotta Martellini: "Alla famiglia della ragazza, che aveva da poco compiuto di 18 anni, il sindaco ha voluto rivolgere un pensiero di sostegno e vicinanza, stringendosi attorno ai genitori nel dolore per questa assurda tragedia che ha colpito l'intera comunità perugina". Bellissime e spensierate di ritorno da una notte al noto locale dell'isola Tropicana, sono finite fuori strada sugli scogli, a una manciata di metri dal mare, all'alba mentre stavano rincasando nell'alloggio preso in affitto. Dopo essere stata trasferita al centro sanitario di Mykonos è stata dichiarata morta. Al Liceo linguistico Giordano Bruno, la scuola frequentata da Carlotta. Anche gli altri genitori sono stati immediatamente avvertiti e tutti si sono adoperati per andare nell'sola dell'Egeo anche se le restrizioni a causa dell'emergenza Covid hanno creato qualche problema. "Nel contempo il sindaco ha espresso un sentimento di forte vicinanza anche alle altre ragazze perugine, rimaste ferite e coinvolte nell'incidente di Mykonos, ed alle loro famiglie manifestando la disponibilità dell'Amministrazione comunale per ogni eventuale esigenza". Stava percorrendo una strada provinciale.

Stando ad alcune testate greche, la ragazza era a bordo di un'auto noleggiata. Mancava poco per rientrare a casa, ma l'ultima curva che le allontanava dalla casa in cui avrebbero dovuto chiudere le valige e tornare dai propri cari ha cambiato il destino di tutte.

Settimana che purtroppo è finita nel peggiore dei modi. Di quelle che pensi di averne una vita intera davanti.

Comments