F1/ Elkann rinnova la fiducia a Binotto: "Può aprire un ciclo vincente"

Adjust Comment Print

Per questo è importante essere onesti con loro.

" Quest'anno non siamo competitivi principalmente a causa di una serie di errori di progettazione in macchina". Il nostro obiettivo è ripartire dal 2022, quando cambieranno le regole. Quindi la presa di coscienza delle prospettive a medio termine: "La nostra macchina non è competitiva". Possiamo riassumere in questo modo le dichiarazioni del Presidente della Ferrari, John Elkann chiamato a raccogliere il testimone del compianto Sergio Marchionne.

Dopo aver confermato il momento difficile della Ferrari, Elkann ha fissato quelli che sono gli obiettivi della Scuderia. La mancanza di prestazione delle Rosse in pista ha demoralizzato i tifosi e ha fatto cadere le speranze di vedere le monoposto Ferrari lottare per la vittoria quest'anno e si teme anche per il prossimo. La Ferrari c'è sempre stata e ci sarà sempre.

Binotto aggiunge Elkann ha tutte le competenze e le caratteristiche per un nuovo ciclo vincente, con lui - presente in Ferrari dai tempi di Todt e Schumacher ripartiamo da una base chiara. Quando Todt aprì nel 2000 quello storico ciclo, venivamo da un digiuno che durava da oltre vent'anni, dal 1979. Difficile chiedere pazienza a chi ha già vinto rispetto a chi ha il futuro davanti a sé - ha detto invece a proposito del mancato rinnovo con Sebastian Vettel per la prossima stagione -. Leclerc e Sainz prenderanno casa a Maranello, staranno il più possibile vicino ai nostri ingegneri.

Arte in lutto: addio a Maurizio Calvesi
Socio dell'Accademia dei Lincei dal 1983 presiede la Fondazione Burri e fonda la rivista mensile Art e Dossier . E' morto all'età di 92 anni Maurizio Calvesi , molto conosciuto in questo campo.

Elkann si dice anche favorevole alla riduzione del budget cap: "Abbiamo dato l'ok alle nuove regole che partiranno dal 2022 perché riteniamo giusto che ci sia maggiore competitività all'interno della F1 e non vediamo la limitazione del budget cap come un vincolo alla nostra capacità di vincere, la prendiamo come una sfida da vincere". C'è voluto tempo, dal suo approdo nel 1993, per il ritorno al successo.

"I nostri manager, i nostri ingegneri e i nostri piloti troveranno dentro quei vincoli la forza e la creatività per riportare in alto la Ferrari". Ora è il momento di costruire le fondamenta per qualcosa di importante. "Personalmente non ho mai visto negli ultimi dieci anni uno spirito così coeso e così forte".

Fondamentale sarà anche il contributo del nuovo duo di piloti Ferrari, Charles Leclerc e Carlos Sainz che entrerà a far parte del team nella stagione 2021. Ferrari è una realtà unica, che ha solo migliaia di clienti ma milioni di tifosi e fa sognare centinaia di milioni di persone nel mondo.

Il campionato Mondiale 2020 di Formula 1 si appresta a sbarcare a Silverstone dove nel week end andrà in scena il GP di Gran Bretagna, quarto appuntamento stagionale, primo dei due che si terranno sullo storico circuito inglese.

Comments