Fiorentina-Bologna 4-0, doppietta di Chiesa che diventa il capocannoniere della viola

Adjust Comment Print

Pulgar come ex di turno.

Il Bologna è partito aggredendo molto alto i primi portatori di palla della Fiorentina, cercando così di impedire palleggio facile agli avversari in costruzione. Equilibrio fino all'intervallo con un altro guizzo di Dominguez, servito da Barrow ma impreciso al tiro.

Ci prova poi Ghezzal due m8nuti più tardi ma il tiro di sinistro a giro si alza sopra la traversa.

Dopo un avvio pimpante da parte dei viola, all'11' la prima vera occasione da gol è per gli ospiti, con una bella volée dal limite di Dominguez che Terracciano smanaccia in angolo.

Coronavirus, Lazio: "Test ai viaggiatori in pullman dai Paesi a rischio"
Come spiega Romatoday il negozio è a Torpignattara e oltre ai tre famigliari sarebbe positivo anche un dipendente. Nella Asl Roma 3 si registra un decesso nelle ultime 24 ore.

Al 29' Ghezzal tenta la truffa del tuffo in area ma Di Bello se ne accorge e l'ammonisce per simulazione. "Dalla stessa posizione, l'attaccante rossoblù aveva segnato un gol strepitoso nella gara d" andata. Chiesa che raddoppia dopo soli sei minuti di gioco: l'esterno sfrutta un cross proveniente dalla sinistra e freddo riesce a spiazzare Skorupski.

E Svanberg troverebbe anche il gol al 66' ma il bel gol viene annullato per fuorigioco di Orsolini a inizio azione. 3 a 0 e il Bologna nel secondo tempo non è mai apparso. Sono arrivate a 63 le reti subite dalla squadra di Mihajlovic.

FIORENTINA (3-4-3): Terracciano (84' Brancolini); Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti (67' Lirola), Pulgar, Castrovilli, Dalbert (84' Dalbert); Chiesa, Cutrone (67' Kouamé), Ghezzal (54' Duncan). All.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski 5; Mbaye 5, Corbo 5, Danilo 5.5 (dall'85' Bonini S.V), Denswil 5; Dominguez 5.5 (dal 64′ Schouten 6), Medel 6 (dal 64′ Svanberg 6); Orsolini 5 (dal 76′ Juwara 6), Soriano 6.5 (dal 64′ Baldursson 5.5), Sansone 5; Barrow 5.5. Equilibrio che regge solo nei primi 45 minuti al Franchi, poi è un monologo dei padroni di casa nel segno del proprio miglior marcatore in campionato: doppia cifra raggiunta da Chiesa, traguardo che a Firenze non registravano in un singolo campionato da Bernardeschi (11 reti, Serie A 2016/17) nonché primo italiano dei viola a realizzare una tripletta dai tempi di Aquilani nel 2014.

Comments