È morto Sergio Zavoli, raccontò il Giro d’Italia

Adjust Comment Print

Sergio Zavoli è morto all'età di 96 a Roma ma adesso, per una sua espressa volontà, riposerà presso il cimitero di Rimini vicino al suo grande amico Federico Fellini.

Padre di programmi storici come La notte della Repubblica, è stato radiocronista, condirettore del telegiornale, direttore del Gr, presidente della Rai dal 1980 al 1986, autore di inchieste che hanno segnato la storia.

La redazione di Torinogranata.it si stringe al dolore della famiglia per la scomparsa del grande mestro Sergio Zavoli.

Zavoli era entrato alla Rai nel 1947 come giornalista radiofonico. Lo è stata in vita per affetti, lavoro, amicizie, passioni. Nel 1969 diventò condirettore del Telegiornale e poi ancora direttore del Gr1 (1976) e presidente della Rai (1980-86).

Nick Kyrgios salterà US Open tra le preoccupazioni di coronavirus
Parlo delle persone che lavorano nei ristoranti, degli addetti alle pulizie, dei custodi degli spogliatoi. A patto che ognuno agisca a modo suo e in sicurezza.

Zavoli è stato anche direttore del Mattino di Napoli (1993-94) e ha firmato come opinionista per varie riviste come Oggi, Epoca, Jesus.

Una volta abbandonata la poltrona di dirigente Rai, Zavoli torna e continua comunque la sua carriera televisiva presentando programmi quali "Viaggio intorno all'uomo" (1987), "La notte della Repubblica" (1989), "Viaggio nel Sud" (1992); anche la produzione letteraria non si arresta: scrive e pubblica "Romanza" (1987), che vince il Premio Basilicata e la prima edizione del Premio dei Premi. "La sua scomparsa è una perdita incolmabile ➡️ https://t.co/hoOE10JgMv".

Nel 2011 ha pubblicato il libro autobiografico "Il ragazzo che io fui", storia personale che diventa viaggio nella memoria dell'Italia.

Comments