Le conseguenze della devastante esplosione presso il porto di Beirut

Adjust Comment Print

C'è anche il direttore generale del porto di Beirut, Hassan Koraytem, tra le 16 persone arrestate ieri nell'inchiesta sulle esplosioni che hanno devastato la capitale libanese. Emmanuel Massarat, coordinatore MSF in Libano, racconta cosa sta accadendo in queste ore a Beirut. Si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime. "Noi l'abbiamo vissuta, ma siamo stati davvero fortunati, mentre tante altre persone purtroppo no", ha aggiunto.. Continuiamo a monitorare la situazione per poter fornire loro tutta l'assistenza e il supporto psicologico di cui hanno bisogno.

Da lì, il terribile scoppio che ha portato alla tragedia. Tra gli altri nostri connazionali rimasti feriti ci sono il caporal maggiore dell'Esercito Roberto Caldaurlo, 40enne di Bitonto in forze al Battaglione Gestione Transito.

Maltempo, ancora temporali al Sud: scatta l'allerta meteo arancione
Locali temporali sulle Eolie e un' altro localizzato, anche forte a Sud di Bari, area Triggiano, Noicattaro e Mola di bari. Le temperature massime per la giornata di domani saranno nuovamente in calo con punte su Palermo di 29 gradi.

L'operazione, che rientra nell'ambito del meccanismo europeo di protezione civile, è stata disposta dal presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, in collaborazione con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, a seguito della richiesta di assistenza internazionale formulata dalle autorità libanesi alla Commissione europea. Secondo i media libanesi, vive nelle vicinanze ma non è rimasto ferito nell'esplosione. Il capo dello Stato libanese è intervenuto anche sulle cause dell'esplosione. Quindi, anche se ci fossero stati degli essere umani volati in cielo (davvero improbabile), sarebbero stati avvistati durante l'esplosione stessa - anche questo molto improbabile vista la quantità di fumo e polvere - e non dopo. Gli Stati Uniti hanno annunciato l'invio di di personale specializzato e di tre aerei carichi di medicinali e viveri.

Beirut, i danni delle esplosioni fotografati dallo spazio. Il governo libanese chiede l'arresto dei responsabili dello stoccaggio. Molti attivisti, muniti di megafoni e distribuendo volantini, hanno percorso le strade dei quartieri devastati per fare appello ad una mobilitazione di massa.

Comments