‘Mulan’ debutterà direttamente su Disney+ (almeno negli USA)

Adjust Comment Print

Disney ha intenzione di lanciare una nuova piattaforma streaming nel 2021, sotto il brand Star.

Disney+: Mulan a pagamento a 30 dollari, come funziona? La manovra dettata dall'emergere della pandemia che ha sbarrato le porte delle sale cinematografiche di mezzo mondo è, tuttavia, complessa da qualunque lato la si guardi: costituisce, a detta della testata Variety, un atto di scarsa solidarietà nei confronti degli esercenti dei cinema già messi in ginocchio dal Covid-19, e anche dal punto di vista delle e degli utenti impone di mettere mano al portafoglio in un momento difficile per l'economia, nel quale tante persone hanno perso il lavoro o si trovano in ristrettezze.

Basato sul poema narrativo "La ballata di Mulan", il film racconta la storia della leggendaria guerriera, una giovane donna senza paura che rischia ogni cosa per proteggere la propria famiglia e il suo Paese, diventando così uno dei più grandi guerrieri che la Cina abbia mai conosciuto. Alla fine il titolo è stato rimosso dal calendario. L'amministratore delegato Bob Chapek ha affermato che la decisione non è rappresentativa di un nuovo modello di business per l'azienda: "È un caso isolato".

Franca Valeri è morta oggi - Età e figli
Franca Valeri è il nome d'arte di Alma Franca Maria Norsa , figlia di padre di religione ebraica e madre cattolica. Prosegue con una serie di commedie al fianco di Alberto Sordi e Totò . (1959) e " Il vedovo " (1959).

Il film sarà disponibile dunque in anteprima su Disney+ al prezzo di $ 29,99, mentre arriverà nei cinema (qualora sia possibile) nei paesi dove il servizio non è attivo.

Per il momento però questo curioso esperimento è riservato alla versione USA, Canada e Nuova Zelanda di Disney+: una sorta di beta per spettatori curiosi. In più, non è chiaro per quanto tempo il film sarà disponibile solo pagando quella cifra aggiuntiva. Storicamente la Disney, tra tutte le major, è sempre stata tra i sostenitori dell'esperienza collettiva di un film al cinema e il voltafaccia ha creato frustrazione tra gli esercenti: in Gran Bretagna ad esempio, dove il 40% delle sale ha cominciato a riaprire dopo il lockdown, la decisione è apparsa ingiustamente punitiva.

Per non perderti nessuna novità, ricorda di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

Comments