Pauroso incidente in MotoGP: Valentino Rossi sfiorato da una Ducati!

Adjust Comment Print

Un impatto inevitabile, le due moto che schizzano via rotolando più volte e, come mostrato dalla camera on board di Valentino Rossi, passate a pochi centimetri dalla visiera del suo casco. "Ho avuto tanta paura - ha detto poi un Rossi molto scosso -".

L'incidente ha dell'incredibile, fortunatamente tutto è andato per il meglio, ma realmente poteva accadere qualcosa di irreparabile, ci auguriamo la commissione sicurezza valuti il comportamento di Zarco!

Insomma, tanto per sapere: ci sarà una audizione per stabilire le eventuali responsabilità di quanto accaduto fra Zarco e Morbidelli nel GP d'Austria, oppure ci beviamo un Gewürztraminer e stiamo a posto? 'E' un mezzo assassino'. "Prossima settimana? Ci sarò".

"Sto bene rispetto alla caduta che ho fatto". Una gara divisa in due dopo il terribile incidente nella prima tranche fra Zarco e Morbidelli, con le moto che hanno sfiorato sia Vinales che Rossi. Hafizh Syahrin, 26 anni, decima stagione nel motomondiale, deve la vita ad una buona dose di fortuna, all'abilità dei colleghi che gli sono sfrecciati intorno, riuscendo a schivarlo mentre lui rotolava sull'asfalto del Red bull Ring e, ultimo ma non ultimo, all'airbag che dal 2018 è obbligatorio in tutte le categorie. Poi ha aggiunto: "Può essere sia stato il rischio più grande della mia carriera, è stato un momento molto pericoloso", "Alla fine e' stata una bella gara, partire dopo l'incidente non e' stato facile". Un modo di gareggiare che lo aveva portato a creare scientemente una traiettoria illeggibile per Morbidelli. Quando è successo a noi, devo ammettere che mi sono spaventato.

Gp Spagna, Hamilton domina davanti a Verstappen e Bottas
Verstappen su Red Bull , lo ha seguito come un'ombra ma non aveva potenza e velocità sufficienti per sopravanzare la Mercedes . Non è stata abbastanza buona, ho perso diverse posizioni e dovuto cercare di spingere tanto nel primo stint per recuperare.

Bisogna avere rispetto per i propri rivali, soprattutto su una pista dove si gira costantemente vicini ai 300 km/h.

"Quando siamo arrivati in staccata io e Maverick, ho visto un'ombra, ma ho pensato che fosse l'elicottero, perché a volte capita che passi da una parte all'altra della pista durante la gara".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Poi ho parlato anche con "Vale" per 10 minuti.

Comments