Coronavirus, guarito da oltre 4 mesi, si riammala con un altro ceppo

Adjust Comment Print

Gli uffici comunali badiesi sono tornati, infatti, ad informare la cittadinanza sull'andamento della diffusione del coronavirus all'interno del territorio comunale, dopo che nelle scorse settimane c'era stato un lieve ritorno di casi di contagio, nonostante Badia fosse da ormai quasi due mesi "Covid free".

In questo modo, su 140 persone, avrebbero individuato 49 pazienti con Covid-19 confermato, 58 persone sane e 33 con infezione polmonare non attribuire al Coronavirus, con un'accuratezza del 90% e del 95% nella differenziazione tra pazienti con COVID-19 e pazienti con altre infezioni polmonari. E se un'infezione naturale non garantisce un'immunità prolungata, il vaccino potrà farlo?

Nelle immagini compaiono anche delle persone con maschere antigas e il fermo immagine in alto alto a destra mostra l'illustrazione della morfologia ultrastrutturale di Sars-Cov-2, l'immagine che in questi mesi abbiamo spesso imparato ad associare al virus (ad esempio qui e qui). Dal confronto è emerso che i due episodi sono riconducibili a virus geneticamente distinti: sarebbero 24 le 'lettere' del genoma diverse, che si tradurrebbero in nove proteine mutate.

Covid, somministrata a una donna la prima dose sperimentale del vaccino italiano
Fondamentale, in caso di risposta immunitaria adeguata e protettiva, sarà anche capire quanto tempo essa durerà. L'obiettivo è quello di avere il vaccino 'operativo' per la prossima primavera.

La scoperta del tampone positivo ha da subito comportato la sospensione delle registrazioni del programma che conduce, Il Salone delle Meraviglie. I primi ceppi erano molto simili a quelli raccolti a marzo e aprile, mentre il secondo ceppo corrispondeva al virus trovato in Europa.

"Vi comunico che L'ASL mi ha appena informato di altri tre cittadini risultati positivi al tampone".

La questione ha sollevato un dibattito nella comunità scientifica. A Ravenna e provincia su 16 nuovi positivi, di cui 13 già in isolamento al momento del tampone, 11 fanno riferimento a pazienti che hanno frequentato le discoteche della zona o a loro contatti stretti (già segnalato il focolaio della discoteca Le Indie di Cervia). "È prevedibile che il virus muterà naturalmente nel tempo", dice la sua il microbiologo Brendan Wren della London School of Hygiene & Tropical Medicine.

Comments