Ciclismo: i Mondiali 2020 assegnati a Imola

Adjust Comment Print

Nel giro di poche settimane, avremo due gare di Moto Gp a Misano Adriatico, il Gran premio di Formula uno a Imola e il Mondiale di ciclismo, nello stesso circuito dove 52 anni fa vinse il titolo iridato un campione come Vittorio Adorni. E' questa la decisione da parte dell'Uci, che ha deciso di assegnare la competizione, che andrà in scena dal 24 al 27 settembre, al nostro Paese. Per questioni logistiche e per le limitazioni ai viaggi che alcuni paesi hanno imposto verso l'Europa e l'Italia, si è scelto di disputare solo le quattro gare di categoria elite: prova in linea e cronometro maschile e femminile. La stagione è stata "compressa" da agosto a ottobre, con le inevitabili sovrapposizioni del caso, e inoltre sono "saltati" i Mondiali di ciclismo di Aigle-Martigny, su un circuito molto impegnativo e molto atteso da quegli scalatori che sognavano la maglia iridata.

Berlusconi è positivo al nuovo coronavirus - Ticinonline
La notizia della positività di Silvio Berlusconi al coronavirus è arrivata nel pomeriggio di mercoledì 2 settembre 2020.

Il COVID-19 ha cambiato enormemente i programmi del ciclismo mondiale. Lo ha annunciato l'Unione ciclistica internazionale (Uci) con una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale. "Abbiamo poco tempo a disposizione, la sfida è esaltante, non ci resta che metterci a lavoro tutti insieme per dimostrare, ancora una volta, che attraverso il ciclismo l'Italia è pronta a ripartire e ad affrontare le sfide che questa stagione ci propone", ha concluso il numero uno della Federciclismo. L'arrivo della corsa iridata sarà all'autodromo "Enzo e Dino Ferrari" e la corsa si snoderà sul cosiddetto circuito dei Tre Monti attorno a Imola, con due salite al 10% medio di pendenza con punte del 14%: la gara maschile prevede nove giri e sarà di 259 chilometri per complessivi 5.000 metri di dislivello, la femminile da cinque giri per 144 chilometri totali. Per il ct nella scelta hanno pesato garanzie che si sono date dal punto di vista dell'organizzazione e anche il fatto di essere riusciti a mettere in piedi un percorso che ha anche tratti appenninici con paesaggi suggestivi e salite rilevanti. "Per questo ribadisco il mio massimo impegno, che si affianca a quello del presidente della Regione Stefano Bonaccini, per far sì che questi eventi rimangano nel calendario imolese anche in futuro, convinto che la nostra terra sia capace di accogliere al meglio queste straordinarie opportunità con importanti ricadute sul piano turistico, culturale ed economico". La sede nella quale si svolgerà la manifestazione sarà infatti l'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Da lì sarà sostanzialmente tutta discesa, non particolarmente ripida, che tuttavia porterà molto velocemente al traguardo, posto nuovamente all'Autodromo.

Comments