Sanremo 2021, Amadeus; "Nessun piano B, o con pubblico o niente"

Adjust Comment Print

"Vogliamo essere positivi e pensare che a marzo si possa tornare alla normalità e che l'edizione 2021 di Sanremo sarà la prima post Covid".

Il prossimo Sanremo dovrà essere "il Festival della normalità, della rinascita dopo il coronavirus. Non c'è nessun piano B per il festival di Sanremo. O si fa con il pubblico o nulla": così, senza giri di parole, il conduttore Amadeus ha parlato del 'suo' show, la gara canora più famosa d'Italia, al Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani, in provincia di Cuneo. Senza il pubblico Sanremo non si può fare, è impensabile lasciare la platea con gli spettatori distanziati, è impensabile mettere gli elementi dell'orchestra ogni due metri.

Amadeus ne sembra convinto: se non usciremo dalla pandemia e saremo ancora nelle attuali condizioni, il Festival di Sanremo non si farà (o per lo meno non nelle date ad oggi previste, dal 2 al 6 marzo 2021).

Amadeus e Fiorello
Festival di Sanremo, terrore in Rai. Amadeus: "O così, o salta la kermesse"

Intanto si lavora con l'obiettivo di portare il Festival regolarmente in onda: il 17 dicembre su Rai 1 ci sarà la serata finale di Sanremo Giovani, con la scelta degli otto artisti che saliranno sul palco dell'Ariston, e sarà annunciato il cast dei Big, ospiti di persona al Teatro del Casinò di Sanremo. "Ora partiamo con la musica, con la parte legata a Sanremo giovani", ha dichiarato il conduttore, "la musica è la priorità".

Dal primo settembre sono iniziati ad arrivare i pezzi e tutta la prima parte fino a novembre e quasi del tutto incentrata sulla musica. "Avremo il piacere di ascoltare centinaia di canzoni", ha concluso. Venti giorni dopo ho fatto I soliti ignoti senza pubblico e con la distanza tra i concorrenti e gli 'Ignoti'.

Insulti a Berlusconi, Sallusti asfalta Carlo De Benedetti
Ma Di Maio, al confronto di De Benedetti, è un membro della Camera dei Lord". Insomma, De Benedetti dipinto come un hater di Berlusconi.

Comments