Coronavirus, Conte firma un nuovo Dpcm: prorogate le misure di sicurezza

Adjust Comment Print

Aumentano i casi, aumentano i tamponi e così Giuseppe Conte ha firmato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che proroga le misure anti-Coronavirus fino al 7 ottobre. Lo fa dal palco della Festa dell'Unità di Modena, dove intervistato da Maria Latella definisce "doveroso" il tentativo fatto dalle due forze politiche - e riuscito solo in parte - di presentarsi con un candidato unico alle imminenti elezioni regionali del 20 e 21 settembre, che si preannunciano come una partita difficile per i partiti al Governo.

Il Premier Conte ha firmato un nuovo Dpcm che proroga le misure precauzionali per il Coronavirus fino al 7 ottobre: c'è una novità. Tra queste, l'uso obbligatorio della mascherina in tutti i luoghi pubblici al chiuso e in ogni caso in cui non sia possibile il distanziamento sociale. D'altronde, anche quel popolo "dei campi e delle officine" che votava il "gran partito dei lavoratori" e sperava nel "sol dell'avvenire", oggi si è per lo più dissolto. Permane l'obbligo di mantenere il metro di distanza e il divieto di assembramenti. Ha spiegato che non vi è alcuna intenzione di avere un'azienda che sia "un carrozzone di Stato", ribadendo che l'impegno del governo è quello di garantire al Paese una compagnia di bandiera forte. La capienza massima è stata portata all'80%, un dato che riguarda tanto i posti a sedere quanto chi viaggia in piedi. Per gli scuolabus è stato disposto che potranno viaggiare pieni solo se la permanenza a bordo dei ragazzi non supererà i 15 minuti con obbligo di mascherina a bordo. L'autocertificazione servirà anche per la comunicazione alla Asl e sarà obbligatoria una quarantena di 14 giorni. Il ritorno in Italia è possibile anche se si proviene da paesi a rischio, attestando che ci si rechi da qualcuno con cui si ha "una stabile relazione affettiva".

Chi arriva in Italia da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve fare obbligatoriamente il tampone. Tutti gli studenti che hanno più di 6 anni dovranno indossare la mascherina sul mezzo.

Calciomercato Cagliari, l’Inter non vuole prestare ancora Nainggolan
Il Cagliari non molla Radja Nainggolan e continua a sognare la permanenza in rossoblù dopo la stagione in prestito dall'Inter . Secondo quanto riportato da Fotomac il centrocampista belga sarebbe finito nel mirino del Galatasaray .

Confermato l'obbligo di mascherina anche all'aperto delle 18 alle 6 in tutte le situazioni di assembramento così come era stato previsto nell'ordinanza del ministro Speranza. Con l'inizio dei campionati sportivi, si è deciso di procedere ancora una volta a porte chiuse la disputa delle gare di calcio e di altri match, sia negli stadi che nei palazzetti.

- INGRESSO VIETATO a coloro che provengono da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro, Serbia e Colombia.

Comments