Ghali contro i colleghi rapper: "Perché non parlate di Willy?"

Adjust Comment Print

Ghali, tramite un post sulla sua pagina Instagram - dove conta oltre due milioni e 400mila seguaci - ha chiesto a gran voce giustizia per Willy, rivelando di aver subito in passato aggressioni simili a quella costata la vita al giovane.

In alcune Instagram Stories, pubblicate poche ore dopo il post, Ghali ha criticato il silenzio di svariati colleghi rapper, che non hanno commentato in alcun modo la vicenda. Conclude il messaggio dicendo "siamo stanchi, il pentimento tardivo non serve a nulla in casi come questo". Willy è stato ucciso dall'ignoranza, dall'odio, dal razzismo e dagli ideali di 4 ragazzi del quale i familiari hanno risposto dicendo: "era solo un immigrato".

Ma non solo Ghali, anche altri cantanti hanno espresso il loro pensiero.

E poi ha continuato: "I veri criminali sono altri, i veri atleti sono altri".

Vasco Rossi ricorda Lucio Battisti
Si tratta di una canzone del 1990 inserita ne La sposa occidentale , diciottesimo e terzultimo album di Battisti . Il resto lo sappiamo già!... "Rispettoso silenzio per un artista che diceva tutto attraverso le sue canzoni ".

La morte di Willy Monteiro Duarte ha scosso l'intero Paese, compreso i mondo dello spettacolo. Su Willy invece no, molti si sono trincerati dietro un rumoroso silenzio. 21 anni, era intervenuto per calmare una rissa ed è stato pestato a sangue fino a non respirare più. Gli occhi della nuova generazione, di chi è stanco di fare a pugni, di chi cerca altro, di chi a differenza mia e dei miei coetanei non ha bisogno di ribadire dei concetti basilari come quelli sulla violenza. Willy è stato ucciso dall'ignoranza, dall'odio, dal razzismo e dagli ideali di 4 ragazzi del quale i familiari hanno risposto dicendo: "era solo un immigrato".

"Tutto a posto? Siete sicuri?"

"Che questo sia l'ennesima sveglia per quanto sia inimmaginabile il dolore dei suoi cari" ha terminato Ghali: "È così egoista fare di una tragedia una lezione ma infondo spero che lo sia per tutti. Avete delle cose più importanti da comunicare?" "È un problema ricorrente nel nostro paese", ha scritto in un lungo post, prima di raccontare come anche lui in passato sia stato vittima di episodi simili, "l'ho scampata per un pelo molte volte, quei momenti in cui aspetti che si stanchino di tirare caldi e pugni, in cui chiedi pietà e il perché". Parlarne distoglierebbe l'attenzione da quello che state promuovendo, dai vostri lavori, dalla vostra musica?

In un momento in cui tutto è praticamente fermo, Ghali non riesce a rendersi conto di come sia possibile che non tutti abbiano voluto esprimersi sulla tragedia che ha coinvolto Willy.

Comments