Donald Trump sbugiarda Biden sulla questione del coronavirus

Adjust Comment Print

Il libro che mette in imbarazzo Donald Trump è Rage (rabbia). Nello scorso agosto, ad esempio, il Centro per le ricerche nucleari dell'Air Force aveva presentato una richiesta che ha subito destato allarme: si domandava alle aziende di presentare i piani per un missile intercontinentale ipersonico, capace cioè di velocità altissime.

Il primo è che quando raccolse le ammissioni del tycoon a inizio febbraio non conosceva la fonte delle sue informazioni, appresa solo in maggio (un briefing dell'intelligence a gennaio), e non c'era una situazione allarmante. Il presidente USA ha diffuso il video dell'agguato scrivendo: "Animali che devono essere colpiti duramente!" "Non vedo alcuna discrepanza tra quello che che diceva a noi e quello che diceva pubblicamente", dice il super esperto, che concorda sul fatto che occorresse scongiurare il panico nel Paese. La speranza di molti è che alla fine ci sia un colpo di scena, magari al fotofinish, perché in fondo un servizio che ha qualcosa come 700 milioni di utenti attivi rappresenta una fonte di guadagno incredibile. "Abbiamo qualcosa di cui Putin e Xi non hanno mai saputo", ha confidato, prendendo in contropiede il Pentagono. Dalle loro indagini è emerso che gli utenti di Internet negli Stati Uniti si interessano cinque volte di più per il candidato repubblicano Donald Trump rispetto al suo avversario democratico Joe Biden. Al giornalista pluripremio Pulitzer Bob Woodward, noto al mondo per lo scoop sul caso Watergate, il presidente degli Stati Uniti ha anche svelato l'esistenza di una temibile arma segreta.

Questa presunta arma nucleare sarebbe l'unica nel suo genere, e quindi sconosciuta alle altre potenze militari. In questi mesi Trump ha dichiarato lo stato d'emergenza ed ha anche effettuato degli accordi di esclusività per la somministrazione di potenziali vaccini e farmaci. Arma di cui nessuno prima d'ora era a conoscenza.

Ma a suscitare scalpore è la confessione di Trump al giornalista in merito alla gravità del Covid-19. "In gioco non c'è niente di meno della nostra democrazia", ha scritto il quotidiano.

RoboCop: in sviluppo una serie TV prequel
Sappiamo che è in sviluppo un nuovo film scritto da Ed Neumeier e Michael Miner , tuttavia il progetto sembra essere sparito da un bel po'.

"Ha sventolato una bandiera bianca".

Gli Stati Uniti "stanno facendo molto bene" contro la pandemia, "stiamo girando l'angolo", ha poi aggiunto il presidente, affermando che gli Usa stanno andando meglio dell'Europa, come pure nella ripresa economica.

Microsoft non ha immediatamente commentato il rapporto Reuters, e lo stesso non è stato fatto da Biden e SKDKnickerbocker.

Comments