Sterlina in calo su rischio Brexit senza accordo dopo parole di Johnson

Adjust Comment Print

Mentre ha ripetuto che il suo governo condurrà in porto la Brexit "nel rispetto della volontà popolare" mettendo fine alla transizione a fine 2020 malgrado i tentativi attribuiti al leader dell'opposizione laburista Keir Starmer di "trattenere il Regno Unito nell'Ue". Così Ursula von der Leyen su Twitter, presidente della Commissione europea. "Se no, avremo accordi commerciali di tipo australiano e siamo pienamente pronti anche a questo", ha tagliato corto.

Se entro fine mese il Regno Unito non tornerà sui suoi passi, la Commissione non esiterà ad avviare azioni legali.

"Chiederò che si tenga al più presto un comitato congiunto straordinario sull'accordo di recesso, in modo che i nostri partner britannici possano fornire dettagli e affrontare le nostre serie preoccupazioni sul disegno di legge", ha ribadito Maros Sefcovic durante un incontro con la stampa. Non è una banale divergenza di vedute. A risultare inaccettabili sia le modalità con cui è stata comunicata - la Commissione Europea ha accusato il Regno Unito di avere tradito la fiducia necessaria per proseguire i negoziati attualmente in corso, che riguardano il futuro accordo commerciale - sia i contenuti della legge, che potrebbero violare alcune norme del diritto internazionale.

Sembra, comunque che tutti i rumors e le notizie che provengono da Londra abbiano l'intenzione di destabilizzare la contro parte.

Investire nel Forex con meno rischi
Questi tipi di manovre finanziarie sono molto comuni tra uomini e donne d'affari che cercano di moltiplicare i loro soldi. A seconda della tua situazione finanziaria e della tua età, c'è una vasta gamma di opzioni per te.

Toni "sconsiderati", secondo la reazione del neoleader anti-Brexit del piccolo partito liberaldemocratico britannico, Ed Devey, il quale ha ammonito a Sky News che un "no deal" avrebbe conseguenze gravi per l'economia del Regno: specie sullo sfondo di "una recessione che non era non preventivata" dovuta ora in particolare ai contraccolpi dell'emergenza del coronavirus.

Ma in cosa consiste il ddl della discordia?

All'origine del nuovo diverbio c'è la questione spinosa dei protocolli per l'Irlanda del Nord, una parte fondamentale dell'accordo sull'uscita del Regno Unito dall'Unione europea, il cosiddetto withdrawal agreement o accordo di recessione.

Non sono partite affatto bene le nuove consultazioni sulla Brexit.

Comments