Bonus 500 euro per internet e computer: funzionamento e richieste

Adjust Comment Print

Una misura fortemente voluta dal governo per venire incontro alle famiglie con redditi bassi che non hanno possibilità di acquistare computer e connessioni a Internet. Ciò che viene contestato al governo è la scelta di assegnare il compito di erogare il bonus agli operatori telefonici.

Infatti pare che il benefit dovrebbe essere calmierato in base all'Isee del nucleo familiare richiedente e che lo strumento utile alla richiesta di accesso al bonus Pc sarebbe stato lo Spid.

Hanno diritto a questo bonus le famiglie che possiedono un Isee inferiore a 20 mila euro. Per famiglie che invece hanno Isee compreso tra i 20.001 e i 50.000 euro, il bonus sarà più basso, ridotto solo a 200 euro e quindi solo per la connessione a Internet.

A giorni, entro "fine settembre", la prima tranche di bonus per l'acquisto di abbonamenti internet e l'utilizzo di computer sarà a disposizione delle famiglie. Attenderemo, quindi, novità in merito con la consapevolezza che non se ne potrà fruire, così come annunciato dalla Ministra, alla ripartenza della scuola, ma, nella migliore delle ipotesi, nel corso del mese di ottobre.

Calciomercato, Pinamonti torna all'Inter: "Voglio convincere il club a rimanere"
E allora torna l'ipotesi di un nuovo prestito, con il Toro ma anche Cagliari e Bologna che sono pronti a farsi avanti. Non esistono situazioni definitive nel calcio, cambia tutto ogni giorno: stiamo cercando la soluzione giusta.

Il bonus, sostanzialmente, consiste in un voucher per l'acquisto di pc, tablet e connettività internet e potranno usufruire di questa agevolazione anche le imprese che rispettano determinate condizioni.

Tuttavia, ricorda anche Il Sole 24 Ore, esiste un'altra tranche di voucher destinati a famiglie con Isee fino a 50mila euro e alle Pmi per i quali sono previsti tempi più lunghi perché manca ancora l'autorizzazione all'erogazione da parte della Commissione Ue. Ma ci saranno anche sconti per le altre e aiuti per le imprese.

Per quanto concerne questo ulteriore bonus sono stati stanziati 350 milioni per le famiglie, destinati solo al bonus da 200 euro per la connessione a internet. Sarà l'operatore a occuparsi di tutte le pratiche, mentre gli utenti finali - che usufruiscono del voucher - devono rapportarsi con la compagnia che prima deve registrarsi al portale Infratel Italia.

Bisognerà rivolgersi all'operatore di telecomunicazione che vende il servizio di connessione scelto, abbinato a un tablet/pc in comodato d'uso.

Comments