Morata e il ritorno alla Juventus: "Una famiglia, mi sento a casa"

Adjust Comment Print

"Sono cresciuto in tante cose e credo sarà un altro percorso bellissimo". Nono sono state infatti accettati i tre allenatori cambiati negli ultimi anni. "Quando in un posto ti senti a casa, hai sempre voglia di tornarci".

"Giocare in quella Juventus è stata una delle esperienze più belle della mia carriera". E perché? Perché il dieci c'è già, perché il nove l'ha già avuto, perché il karma è il karma, perché non ha niente da voto nove e tutto da voto sette e mezzo e perché questa cosa l'ha voluta come nessun altro. Sia sul fronte entrate che per le uscite la situazione si fa rovente per i bianconeri, chiamati da una parte a dover cedere qualche esubero (Khedira su tutti, ma anche Douglas Costa e Bernardeschi) e inserire qualche nuovo volto per puntellare la rosa a disposizione di mister Pirlo. "Soprattutto la gente che c'è e l'atmosfera quando vieni ad allenarti o vai in campo".

Milan, Maldini: "Nastasic? Cerchiamo profili compatibili con il bilancio"
Per noi la stagione deve ancora partire mentre loro sono primi nel loro campionato e sono più avanti fisicamente. Ci sono squadre più attrezzate, ma se avremo l'occasione ci proveremo.

Infortunato nel finale della scorsa stagione, la Joya sta meglio: ha partecipato alle esercitazioni tattiche di questa mattina alla Continassa e alla partitella finale, dimostrando di avere superato il problema muscolare che lo aveva fermato. "Penso che se tutto va bene avrò la possibilità di farlo nello stesso stadio e sarebbe molto bello segnare lì il primo gol ma non penso a questo".

Comments