Fienga e il caso Diawara: "La Roma non ha tratto nessun vantaggio"

Adjust Comment Print

Sulla sconfitta a tavolino inflitta dalla Lega Calcio per il mancato inserimento di Diawara nella "lista over" nel match di campionato contro l'Hellas Verona, Fienga ha ribadito l'assoluta "buona fede" da parte della dirigenza della Roma, confidando in un esito positivo del ricorso operato dalla società. Spiega Fienga: "Sulla base di questo la Roma credo abbia il diritto di potersi difendere". Sentire gli organi federali esprimersi in anticipo ci lascia un po' sorpresi, come se questo diritto alla difesa fosse inutile. Riteniamo che il caso del Sassuolo sia diverso e che il giudizio futuro sia fatto in serenità e indipendenza con lo stesso rispetto con cui noi rispettiamo gli organi federali e la giustizia.

"Chiariamo subito il tema allenatore: Fonseca non è mai stato, e non lo è, un tema aperto per la società". È il nostro allenatore, con lui è partito un progetto lo scorso anno e stiamo partendo quest'anno con una stagione di esperienza in più. "Paratici? Credo sia irrispettoso per lui e per la Juventus, per quanto mi riguarda rappresenta il d.s. di un'avversaria che speriamo di battere".

Serena Grandi condannata a due mesi: l’attrice finisce nei pasticci
Inoltre sembra che sia stata accusata anche di aver distratto patte de beni strumentali impiegati presso il medesimo ristorante.

Paratici potrebbe essere il nuovo diesse della Roma? Per noi è un direttore sportivo di un nostro avversario e tale resta, anzi speriamo di batterlo domenica. Conosciamo il suo valore, la sua professionalità e se domenica scenderà in campo, magari questi rumors gli daranno un qualcosa in più. In cerca di un sostituto naturale di Luis Suarez, i blaugrana sono pronti a sondare la pista per il capitano giallorosso, intavolando una trattativa in extremis con la Roma. "La Roma ha la sua idea e quella è rimasta su Edin".

Comments