Google Maps mostra i casi di infezione da Coronavirus

Adjust Comment Print

L'annuncio è stato fatto attraverso un post ufficiale del blog di Google dove viene illustrato come Maps avrà cura di illustrare tutte le informazioni riguardanti i 220 Paesi facenti parte del servizio di GPS di Google. Il nuovo servizio permetterà a tutti di sapere il livello di contagio delle aree coperte. Oggi tutto si muove in base a come si muove il COVID-19, quindi si necessita di strumenti importanti come quello studiato da Google, che ha introdotto un nuovo layer di Maps mirato proprio a rilevare le zone specifiche con più casi accertati.

L'attivazione del livello "Covid" nell'app mostrerà il numero medio di contagi confermati riferito agli ultimi sette giorni in ciascuna area abitata da almeno 100 mila persone.

Attivare questa opzione dedicata al Covid-19 su Google Maps è davvero molto semplice: basterà selezionarla cliccando sull'icona "livelli" che si trova in alto a destra nella schermata principale dell'app. Sulla mappa compariranno poi delle variazioni: le zone verranno evidenziate con colori diversi, a seconda del livello di contagio.

Alle tante funzionalità, presto se ne aggiungerà una nuova e molto utile in questo periodo. Accanto al valore numerico ci sarà anche un simbolo per indicare se l'infezione è in crescita o in diminuzione.

Caso Suarez, Paratici ex dirigente Sampdoria: l’ironia è social
A Suarez è stato chiesto in quella città italiana si immaginasse e ha risposto: " Torino ". Risposta: "Mi chiamo Luis Alberto Suarez Diaz e sono uruguaiano".

Per comprendere la diffusione dell'epidemia con un colpo d'occhio, inoltre, le aree della mappa saranno colorate in modo diverso: grigio per meno di un 1 caso su 100mila abitanti, giallo fino a 10 casi, arancione fino a 20, arancione scuro fino a 30, rosso fino a 40 e rosso scuro oltre i 40 casi.

Il colosso spiega che le informazioni vengono prese da fonti attendibili come johns Hopkins, New York time e Wikipedia, E allora volta traggono i dati dall'OMS è dalle autorità sanitarie locali.

Tra le app più utilizzate al mondo, c'è sicuramente Google Maps. Sulla versione desktop di Google Maps, invece, la novità non dovrebbe essere introdotta.

Comments