Domenica In: Mara Venier e Maria De Filippi: accoglienza da Regine

Adjust Comment Print

In quel periodo la De Filippi ha raccontato come lei e suo fratello andavano di continuo in ospedale.

In collegamento, questa volta, c'è anche Costantino Della Gherardesca, per il quale la conduttrice spende bellissime parole: "A me Costantino piace, l'ho detto sin dalla prima puntata". Proprio l'opinionista diventa protagonista di un breve battibecco con Mara Venier, con la conduttrice che sbotta: "Qui non si può più parlare!". Nei giorni successivi l'ospitata fu inspiegabilmente bloccata dalla Rai e Maria De Filippi non riuscì a mantenere la promessa fatta in diretta, nonostante sia stata ospite in Rai a Che Tempo Che Fa e ad A Raccontare Comincia Tu, sia prima che dopo l'invito della signora della domenica.

Maria, in confidenza con Mara, si è lasciata andare ad un momento molto toccante: ha raccontato quello che è stato il dolore più grande della sua vita, il dolore più forte della sua vita. La conduttrice pavese ha concesso alla collega Mara Venier, a cui la legano profonda stima e amicizia, una lunga intervista che noi proviamo a riassumere e ripercorrere attraverso i quattro momenti che ci hanno divertito, emozionato e sorpreso di più.

Juventus-Napoli, De Luca: "Salvato Ronaldo dal contagio". Poi l’attacco ad Agnelli
C'è stato il caso del Genoa , avesse fatto lo stesso il Napoli ... allegria, tutti positivi. Il Presidente Agnelli ha fatto un discorso penoso, imbarazzante.

Maria De Filippi aveva solo 28 anni quando il padre è scomparso. "Sono davvero emozionata e molto felice di essere qui", spiega Maria De Filippi. Ma la 'zia d'Italia' viene subito bacchettata da Selvaggia Lucarelli, giudice di Ballando e presente quest'oggi in studio a Domenica In: "Sì ma Mara, questo è endorsement".

Maria De Filippi ha raccontato alcuni aneddoti sul suo passato e sui suoi genitori, ma ha svelato gli altarini della dieta di Maurizio Costanzo. Da piccola mi accovacciavo su di lui, seduto in poltrona, con il pettinino che aveva nel taschino della giacca gli pettinavo i capelli. "All'epoca c'era il duplex, io stavo a casa mia da sola e stavamo al telefono, lui a casa con lei che alzò la cornetta, quindi eravamo tutti e tre al telefono". È passata tutta la notte, mi auguravo che lui avesse il coraggio di dire. Io sentii la voce di lei che diceva di mettere giù, che dovevano parlare. Mia madre il giorno dopo lo chiamò per sapere che intenzioni aveva con sua figlia. Si sono conosciuti quasi trent'anni fa, quando lei ha iniziato a lavorare per lui a Roma.

Comments