Catanzaro in lutto: è morto Fabrizio Ferrigno a 47 anni

Adjust Comment Print

Lutto nel mondo del calcio italiano ed in particolare della Lega Pro. Ferrigno è deceduto nel pomeriggio di ieri a Catania all'età di 47 anni, dopo aver combattuto per diverso tempo contro un male incurabile. Nella sua carriera ha collezionato 71 presenze in B tra Catanzaro e Padova. Abbandonata l'attività sul campo è passato dietro la scrivania con il ruolo di direttore sportivo. L'ex Napoli è stato strappato alla vita da un male incurabile.

Quasi ventennale la carriera calcistica di Ferrigno, iniziata nel 1989 al Castel di Sangro e terminata a Catanzaro nel 2008.

Giro d'Italia, Demare fa il tris in volata. Almeida sempre in rosa
Oggi tappa con ampi tratti nervosi prima di arrivare a Vieste: volata probabile, non del tutto scontata. La "guerra" è iniziata d'istinto così, spargendo energie su una strada che doveva essere tranquilla.

In Sicilia era stato il primo direttore sportivo del Catania dopo che gli etnei erano precipitati in Serie C, mentre a Messina aveva esordito da dirigente nel 2012 centrando subito una promozione dalla Seconda alla Prima Divisione della Lega Pro. "Si apprende, con estremo dispiacere, la notizia della prematura scomparsa". L'ex calciatore giallorosso, tra i protagonisti della promozione delle Aquile in serie B nel 2004, si è spento oggi a causa di una terribile malattia. Il Presidente Giuseppe Corrado a nome di tutta la Società esprime le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscere e apprezzare Fabrizio Ferrigno.

Oltre a Cannavaro, l'hanno ricordato anche Vincenzo Iaquinta e Fabio Pisacane.

Comments