COVID-19 - Ipotesi coprifuoco dalle 22:00. Decisione entro le prossime 48h

Adjust Comment Print

ROMA, Diecimiladieci casi, cinquantacinque morti.

Ormai ogni giorno il bollettino quotidiano sul Coronavirus segna un nuovo record di contagi giornalieri. Ecco allora che, dopo l'intervento del premier Conte, si sta valutando una soluzione che possa tenere tutti dalla stessa parte. Un coprifuoco, con la chiusura dei locali alle 21 o alle 22, e la Didattica a distanza per i ragazzi delle scuole superiori. Uno, in particolare, fa capolino durante la riunione della cabina di regia sul monitoraggio settimanale dell'Iss, i cui risultati sono anticipati di 24 ore anche per mettere pressione sugli amministratori pochi inclini a intervenire. Il Dpcm appena entrato in vigore è una mattonella comune a tutti. Arcuri chiede loro di attivare 1600 posti in terapia intensiva per i quali sono stati inviati i materiali. Una scelta che ha fatto deflagrare le tensioni nella maggioranza. Lo stesso Governo, per bocca di Conte e della ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, ha definito "inammissibile" l'ordinanza del governatore campano. A questi ritmi tutti temono una situazione analoga a quella che si è presentata marzo. Alcuni ministri ipotizzano di rafforzare le lezioni a distanza (già ora possibili, nell'autonomia dei singoli istituti) e di scaglionare di più gli orari, con classi anche nel pomeriggio.

Lucia Azzolina non vuole chiudere le scuole
Lucia Azzolina non vuole chiudere le scuole

Ma i presidenti delle Regioni, ancor più dopo che De Luca ha chiuso le scuole in Campania, insistono. Lo dice il capo delegazione Pd al governo Dario Franceschini. L'ipotesi di utilizzare i bus turistici per gli studenti non è di facile realizzazione per il presidente emiliano-romagnolo: "Non sono uguali ai mezzi pubblici delle città". La seconda: così, comunque, non si può andare avanti.

Ecco cosa c'è di vero delle probabili restrizioni che potranno esserci in futuro... A quel punto sarebbe necessaria una nuova autocertificazione per chi dovesse uscire la sera. A Palazzo Chigi non si escluderebbe del tutto tale eventuale misura restrittiva.

Perché il Governo di Accordo Nazionale in Libia è illegittimo
Inoltre, la tratta degli schiavi e il traffico di esseri umani stanno fiorendo sotto il Governo di Accordo Nazionale della Libia. Nell'ottobre 2015 Sarraj è stato sorprendentemente nominato come candidato al posto del capo di un nuovo governo libico.

Comments