MotoGP, Il TAS: la sentenza di Andrea Iannone arriverà a metà novembre

Adjust Comment Print

L'udienza di giovedì è stata divisa in tre fasi: la mattina il dibattimento nel quale ci si è concentrati sulla carne contaminata, nel pomeriggio sull'esame del capello del pilota (che secondo la difesa esclude un uso prolungato della sostanza), mentre poi si è passati all'esame ad Andrea Iannone interpellato dalle parti. Il Tas non comunicherà una decisione in questi giorni.

Andrea Iannone e l'Aprilia devono ancora aspettare prima di conoscere la sentenza definitiva.

La sentenza per il caso doping che vede coinvolto Andrea Iannone arriverà solo a metà novembre.

COVID-19 - Ipotesi coprifuoco dalle 22:00. Decisione entro le prossime 48h
Ecco allora che, dopo l'intervento del premier Conte , si sta valutando una soluzione che possa tenere tutti dalla stessa parte. Un coprifuoco , con la chiusura dei locali alle 21 o alle 22 , e la Didattica a distanza per i ragazzi delle scuole superiori.

"Il collegio arbitrale ora delibererà e finalizzerà il verdetto arbitrale con la sua decisione". Si prevede che sarà notificato entro metà novembre 2020 e sarà annunciato sul sito web del TAS.

Iannone era stato condannato a 18 mesi di squalifica lo scorso 31 marzo, dopo che a fine 2019 era risultato positivo a uno steroide anabolizzante (il Dostranolone) a seguito di un controllo antidoping.

"Andrea Iannone chiede l'annullamento della decisione, mentre la WADA chiede che la decisione impugnata sia sostituita con una nuova punizione che imponga al pilota un periodo di sospensione di quattro anni".

Comments