De Luca: chiesti 600 medici ce ne danno solo 50 - Campania

Adjust Comment Print

Il governatore della Campania, seguendo le orme del Pirellone, ha deciso infatti di istituire il coprifuoco anche nella sua regione. La richiesta sarà analoga a quella già presentata dalla Regione Lombardia e cioè "il blocco delle attività e della mobilità dalle ore 23".

Lo ha anticipato il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Volevamo partire dall'ultimo week end di ottobre ma partiamo ora".

Sarà l'Unità di Crisi Regionale a monitorare e valutare la situazione dei contagi per un'eventuale riapertura della scuola primaria a decorrere dal 26 ottobre.

Tuttosport - Pirlo non lo fa entrare: sfogo di Dybala con Paratici
L'alterco tra il numero 10 della Juventus e Fabio Paratici avrebbe avuto toni piuttosto accesi. Qualche anno fa La Joya non diede la mano ad Allegri dopo una sostituzione contro il Sassuolo.

Ieri De Luca ha preso parte ad un sopralluogo a Ponticelli, quartiere della periferia Orientale di Napoli, per visitare le strutture dell'Ospedale del Mare che ospiteranno gli asintomatici Covid. Imposto anche il divieto di "forme di aggregazione e/o riunioni, al chiuso e all'aperto, anche connesse ad eventi celebrativi, che si svolgano in forma di corteo (ad esempio, cortei funebri) e comunque non in forma statica e con postazioni fisse". "Il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie e questa garanzia non può essere scaricata sui presidi ma sulle Asl".

L'ordinanza del presidente della Regione Campania (numero 82 del 20 ottobre 2020) che blocca la mobilità interprovinciale (cioè tra Napoli, Salerno, Avellino, Benevento, Caserta) prevede la reintroduzione dell'autocertificazione per giustificare gli spostamenti tra province. "A oggi - ha detto - abbiamo avuto l'assicurazione che invieranno 50 medici e 100 infermieri". Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate. E così si troveranno tanti luoghi situati in luoghi strategici, a cavallo tra le province: nessuno si è messo a segnare i confini con meridiani e paralleli, difficile dire dove finisce qualcosa e dove ne inizia un'altra. "Vedremo nei prossimi giorni, intanto faremo miracoli per reperire da altri reparti gli anestesisti necessari".

Comments