Papa Francesco: "Omosessuali figli di Dio, hanno diritto a una famiglia"

Adjust Comment Print

Gli omosessuali, dice il Papa a quanto riportato, sono "figli di Dio" e non devono essere esclusi dalla loro famiglia. "Mi sono battuto per questo". Ma secondo altre fonti la svolta sarebbe un equivoco di traduzione.

Il documentario di Evgeny Afineevsky, regista americano candidato all'Oscar e agli Emmy nel 2016, attraverso interviste esclusive al Pontefice e uno sguardo diretto, oggettivo, sulla società odierna, intende offrire un quadro generale del mondo e dell'umanità nel 2020. Nel film, come riferisce in anteprima 'La Repubblica', c'è anche a telefonata di Papa Francesco a una coppia di omosessuali con tre figli piccoli a carico. Nessuno dovrebbe essere respinto, o emarginato a causa di questo.

Si tratta infatti della prima volta che un pontefice esprimere il proprio sostegno a un aspetto al centro delle discussioni politiche e sociali. Sì, è vero il Papa ha sempre fatto ingerenze sulla politica fuori dalla Chiesa, ma applicando il dogma, rifacendosi al Vangelo, alla Bibbia.

Mi chiamo Francesco Totti, il documentario arriva al cinema
Totti è il protagonista della Festa del cinema di Roma nonostante la sua assenza, dovuta alla recente scomparsa del padre. Quindi, oggi, per quanto la sua presenza sarebbe stata celebrativa, di fatto non aveva più molto da dire.

Parole da valutare attentamente dopo la visione del documentario (che noi non abbiamo visto) per capire in quale contesto sono state pronunciate e fino a che punto plaudono alle unioni civili tra persone dello stesso sesso e fino a che punto, invece, non indichino indirettamente che il matrimonio non è la via raccomandata dalla Chiesa per regolamentare la loro situazione. Il consiglio del Santo Padre è quello di portare i bambini comunque in parrocchia al di là degli eventuali giudizi.

Con l'influenza che il mondo cattolico ha sulla politica italiana, sapere che il capo della chiesa ritiene del tutto reale, ed ancora da sanare, la discriminazione verso la comunità LGBTQ, potrebbe pesare non poco anche nell'appoggio al DDL contro l'omotransfobia.

Comments