Prof decapitato: incriminati il padre di un'alunna e un islamista

Adjust Comment Print

Il padre dello studente ha protestato contro Samuel Patty, professore decapitato il 16 ottobre, Lanciando un videomessaggio sui social, aveva scambiato alcuni messaggi su WhatsApp con l'aggressore nei giorni precedenti l'attacco. Lo riportano i media francesi, che fanno riferimento a una fonte vicina alle indagini in corso. Al momento resta sconosciuto il contenuto dei messaggi. Il giovane li offrì a un alunno di 14 anni come ricompensa per indicargli il professore all'uscita.

Spadafora: "Sarà dura concludere il campionato"
Ripeto: "non ci troviamo in una situazione facile, prima che si complichino ulteriormente le cose è necessario elaborare un piano alternativo".

Il caporedattore del giornale Nouvelle République ha rivelato che la testata ha già sporto denuncia contro ignoti per le minacce ricevute su Facebook, susseguenti la pubblicazione delle vignette di Charlie Hebdo. "Era uno di quei professori che non saranno dimenticati". I racconti dei ragazzi sono contrastanti su chi si sia effettivamente riferito all'insegnante, ma tutti affermano di essere andati via e di aver scoperto la carneficina solo la sera.

Comments