Biden verso la Casa Bianca ma Trump avvia la guerra legale

Adjust Comment Print

Mentre al democratico Joe Biden, mancherebbero una manciata di grandi elettori per entrare da vincitore alla Casa Bianca, il suo avversario Trump preme sui presunti brogli che questi starebbe mettendo in atto per vincere, promettendo di portare il caso addirittura all'attenzione della Corte Suprema.

Facebook e Instagram stanno mostrando un messaggio agli utenti americani in cui spiegano che un vincitore delle elezioni presidenziali non c'è ancora perché lo spoglio non è concluso. Un distacco incolmabile, che invece si è dimostrato ancora una volta essere una bufala. Prima dell'avvio dei listini del Vecchio continente, i dati diffusi vedono il candidato democratico incassare il sostegno di 264 grandi elettori, rispetto ai 214 ottenuti dal presidente Trump. Qualora il distacco da Biden fosse inferiore allo 0,25%, fa notare il New York Times, i costi per il presidente si azzereranno.

Anche considerando questo calcolo, più conservativo, Biden è decisamente più vicino alla vittoria di Trump: al primo mancherebbero 17 voti elettorali, al secondo 56, per arrivare alla quota decisiva - i 270 voti elettorali che occorrono.

Vince Hamilton a Imola. Mondiale costruttori alla Mercedes
La trattativa tra Lewis Hamilton e Mercedes per il rinnovo del contratto in vista del 2021 resta aperta. Per due volte, Hamilton ha ribadito che potrebbe non esserci il prossimo anno.

Rimane ancora incerto il risultato delle elezioni Usa 2020 ma, a ormai oltre 24 ore dalla chiusura dei seggi in tutti gli States, l'unica cosa che appare certa è il completo flop dei sondaggi realizzati Oltreoceano negli ultimi mesi. "Questa sarà la vittoria del popolo e della democrazia americana e non ci potranno essere stati schiavi di cui infischiarsi mi occuperò di tutto".

Biden è a un passo dal conquistare la presidenza degli Usa: al candidato dem basta ora vincere in uno stato tra Nevada, Georgia, Nord Carolina o Pennsylvania.

A che punto siamo, in Pennsylvania? Per ora, Trump è in vantaggio (50,0%) su Biden (48,6%) di circa 77 mila voti. Poi però sono iniziati i disordini. Accuse, come quelle della notte precedente (ieri mattina, in italia), e rivendicazioni presentate senza alcuna prova; per questo, i messaggi del presidente sono stati "segnalati" da Twitter. Al momento, il favorito pare essere Joe Biden, ma chissà che qualcosa posso cambiare al fotofinish.

Comments