Coronavirus in Calabria, si è dimesso il commissario Zuccatelli

Adjust Comment Print

A confermare la versione dei fatti, è intervenuto anche il fratello di Eugenio Gaudio, Roberto che ha spiegato: "Mio fratello si era riservato di decidere". "Mia moglie - ha spiegato a Repubblica.it ilprofessore, rettore dell'Universita' degli Studi di Roma LaSapienza e di origine cosentine - non ha intenzione ditrasferirsi a Catanzaro". Questa mattina è arrivata la richiesta di Speranza che ha chiuso definitivamente la questione. "Ognuno nel proprio ambito dovrà supportarli al massimo e rendere più agevole un compito immenso che siamo però certi Eugenio Gaudio e Gino Strada sapranno svolgere al meglio nell'interesse esclusivo della salute dei calabresi Sono certa che faranno un ottimo lavoro", conclude.

"Le recenti decisioni del Governo sulla sanità calabrese, non possono essere condivise". "Nessuno mi ha chiesto di dimettermi, se il governo dovesse farlo non esiterei un secondo". Chiediamo a gran voce ai parlamentari calabresi pentastellati, poco ascoltati dal loro stesso governo, di rassegnare le proprie dimissioni, allorquando le proprie istanze ancora venissero rifiutate dal governo che sostengono. Non ci sto ad essere martirizzato per un video di 20 secondi.

Non c'è pace per la situazione della Sanità in Calabria. Non ho e non ho mai avuto posizioni negazioniste. "Bisogna insistere". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ospite di #Cartabianca su Rai3.

"GF Vip", Enock smentisce Selvaggia: "Non ci siamo mai baciati"
Così, si è confidato con Andrea Zelletta , col quale ha stretto un importante legame di amicizia all'interno della casa . L'influencer romana, appena entrata in Casa , ha avuto un confronto con Elisabetta Gregoraci .

L'ormai ex-commissario era stato nominato il 7 novembre dal Consiglio dei ministri, in sostituzione del generale Saverio Cotticelli che, in un'intervista, aveva ammesso di non conoscere le disposizioni del Governo per la gestione dell'emergenza Coronavirus. "Con la stessa rapidità con cui ho accettato, mi dimetto su richiesta del ministro per il rispetto che ho e ho sempre avuto per le istituzioni", ha detto Zuccatelli. Perchè negli anni è diventato un simbolo di un'Italia che antepone ai profitti i valori.

Zuccatelli si dimette: cosa succede adesso? E l'auspicio che il ministero dell'Economia proponga presto una soluzione. "Il potenziamento della rete territoriale - ha quindi specificato l'ex commissario - è stato da me adottato con il Dca 104 di luglio e inviato alle aziende sanitarie per l'attuazione". Questa volta a causa di un video in cui l'attuale commissario aveva definito inutili le mascherine. Non lo meritano tutti quelli che sono a rischio assalto Covid. "Il giorno successivo, il 28 ho organizzato subito una riunione al Dipartimento per dare corso alla realizzazione del piano". "Mi dimetto da tutti gli incarichi che ho in Calabria", ha poi aggiunto. Non ho altri elementi per pensare che non sia così.

Il commissario designato in Calabria, Giuseppe Zuccatelli, lascia l'incarico.

Comments