Eriksen: "All'Inter non quello che avevo sognato, a gennaio vedremo"

Adjust Comment Print

La situazione economica per i club è devastante, siamo davanti a un default. "Tutto questo porta a chiedere al Governo di essere maggiormente considerati". Ma siamo uno dei maggiori contribuenti, paghiamo circa 1,2 miliardi di gettito fiscale contributivo l'anno. I due non avevano trovato nessun punto di incontro al Chelsea, fino a che - secondo il giocatore - l'allenatore non gli aveva mandato un messaggio. Ma, sicuramente, nel mio futuro, voglio tornare in Inghilterra per fare un'altra esperienza perché mi è piaciuto molto il mio soggiorno lì e per respirare l'atmosfera in Inghilterra.

Marotta e Zhang escludono l'ipotesi del prestito ma non sono molte le squadre che possono permettersi lo stipendio, di oltre 7 milioni, del fantasista danese.

Marotta ha spiegato quali sono i problemi principali da affrontare. Il giovanissimo attaccante si sta mettendo in grande evidenza con la maglia del Benfica in questa stagione. Di una cosa sarà certo: quando andrò via dall'Inter, spero il più tardi possibile, la squadra sarà migliore di quello che ho trovato sotto tutti i punti di vista. La pandemia infatti, ha creato e sta continuando a creare una serie di danni incalcolabili. Nel 2020 andiamo verso il 50 per cento. Il costo del lavoro è sproporzionato rispetto al fatturato, soprattutto gli ingaggi dei giocatori.

Conte: "Oggi si decide quali regioni cambiano", Sicilia probabile zona rossa
Vietati i movimenti verso altri comuni e altre regioni , tranne nei casi di esigenze lavorative, di salute o necessità. Didattica a distanza Si continuerà ad andare nelle scuole per l'infanzia, alle elementari e alle medie.

Si apre ufficialmente il caso Eriksen in casa Inter.

Marotta continua nella sua analisi: "Gli sponsor hanno iniziato a ridurre gli investimenti pubblicitari, cosa ovvia, visto che purtroppo mancando accessi allo stadio, la loro visibilità sarebbe minima".

Comments